Barella: «Con Mancini la Nazionale è un piacere. Futuro? Ora penso all’Europeo U21»

Barella Calciomercato Cagliari
© foto foto Antonello Sammarco/Image Sport

Nicolò Barella riceve il prestigioso Premio Bulgarelli e parla del suo futuro: il mercato può attendere, il centrocampista del Cagliari pensa alla Nazionale

La miglior mezzala del campionato di Serie A è Nicolò Barella. A certificare ulteriormente i livelli di rendimento raggiunti dal gioiellino del Cagliari arriva anche il Premio Bulgarelli, occasione nella quale il centrocampista classe 1997 ha parlato ai microfoni di Sky Sport. Il campionato è finito appena ieri, ma il giocatore è atteso dagli impegni azzurri con la Nazionale maggiore e con l’Under 21 per l’Europeo giovanile: «Un tour de force? Questo è il nostro lavoro, la nostra passione. Come dico sempre, da quando c’è Mancini la Nazionale è diventata un piacere. Sono entrato subito nel gruppo e ringrazio i compagni. L’Europeo U21? Ci conosciamo da 7 anni, ci troviamo bene. Siamo una bellissima squadra, l’esperienza in Nazionale maggiore per alcuni di noi ci darà ancora più consapevolezza e speriamo di metterla a disposizione degli altri e del mister per cercare di arrivare al traguardo».

Nel futuro di Barella però c’è anche il calciomercato, il suo infatti è fra i nomi più caldi dell’intero panorama: «Non lo so, piacere alle grandi squadre fa piacere. Vuol dire che sto facendo bene. Ne parlano il presidente e il mio agente, poi quello che sarà sarà, io penso all’Europeo. L’Inter di Conte in un centrocampo con Brozovic e Nainggolan? Sarebbe un bel centrocampo, sì».