Atalanta-Cagliari, le pagelle dei rossoblù

bruno alves cagliari store
© foto www.cagliarinews24.com

Le pagelle dei rossoblù dopo Atalanta-Cagliari, gara vinta 2-0 dai bergamaschi grazie alla doppietta di Gomez nel primo tempo

Ennesima sconfitta esterna per il Cagliari che contro l’Atalanta perde 2-0 sotto i colpi del Papu Gomez. Inutile l’accenno di reazione della ripresa, Bergamo continua a restare tabù. Ecco le pagelle dei rossoblù di Rastelli:

Rafael 6,5: Neanche oggi riesce a mantenere la porta inviolata, ma può ben poco su entrambe le reti segnate da Gomez nel primo tempo. Nella ripresa evita il terzo gol con due ottime parate su Cristante e Petagna.

Pisacane 4,5: Lascia troppo spazio per calciare a Gomez in occasione del 2-0. Il Papu ringrazia e punisce con il tiro a giro. Sulla sua fascia soffre l’argentino e Spinazzola, facendosi puntualmente saltare.

Ceppitelli 5,5: Colpe condivise con il resto del reparto che lascia passare il pallone messo in mezzo da Conti in occasione dell’1-0 di Gomez. Ammonito, salterà Cagliari-Juventus. (dall’82’ Ionita s.v.: Il suo ritorno in campo – esattamente un girone dopo – è la notizia più bella della trasferta di Bergamo).

Bruno Alves 6: Prova a rimediare agli errori dei compagni in difesa, ma non basta. Nel finale indossa per la prima volta la fascia da capitano, a dimostrazione della sua importanza caratteriale all’interno dello spogliatoio rossoblù.

Capuano 5: Perde numerosi palloni in fase di palleggio e va spesso in difficoltà nell’uno contro uno con Conti. (dal 79′ Federico Serra s.v.: Esordio in Serie A per il trequartista della Primavera classe 1997).

Tachtsidis 5: Pochi palloni toccati e tanti sbagliati per il regista greco, protagonista di un’altra prova insufficiente.

Dessena 5: In colpevole ritardo su Gomez in occasione del gol dell’1-0, non riesce a trovare la giusta posizione in campo e incide poco sulla partita. (Dal 69′ Miangue s.v.: Entra nella ripresa per giocare largo a sinistra nel centrocampo a cinque rossoblù, poi con l’ingresso di Serra torna a fare il terzino).

Di Gennaro 6: Dopo un primo tempo opaco, si fa notare nella ripresa provando a dare vivacità alla manovra rossoblù con una serie di dribbling palla al piede.

Barella 6: Meno brillante rispetto alle ultime partite, Rastelli gli cambia spesso posizione durante la partita. Dal centro del campo si sposta sull’esterno sinistro, per tornare nuovamente al centro, a dimostrazione della sua grande duttilità.

Isla 5,5: Inizia la gara a sinistra, poi a fine primo tempo ritorna a destra. È cercato spesso dai compagni, ma i suoi cross sono imprecisi.

Borriello 5,5: Non al meglio e dolorante, è costretto a lottare da solo contro i tre centrali dell’Atalanta. Non gli arrivano sufficienti palloni giocabili per segnare il solito gol dell’ex.

Rastelli 5: Con soli due attaccanti a disposizione, decide di partire con un abbottonato 4-1-4-1, schierando il solo Marco Borriello in attacco. L’inizio però è da incubo, con il Cagliari che sembra tornare quello delle trasferte di novembre e dicembre 2016. Nella ripresa la squadra prova la reazione, ma non basta per recuperare la partita ed evitare l’ennesima sconfitta esterna. Le numerose assenze, compresa quella di Sau (rimasto in panchina), hanno inciso inevitabilmente sull’atteggiamento, sulla disposizione tattica e sul gioco dei rossoblù.

Articolo precedente
atalanta-cagliariDiretta Atalanta-Cagliari 2-0: rossoblù mai in partita
Prossimo articolo
gomezAtalanta, Gomez: «Vittoria importante, lottiamo per l’Europa»