Vicenza, Lerda: «Contro il Cagliari sfida dal grande valore mentale»

© foto www.imagephotoagency.it

Si è presentato stamani alla stampa Franco Lerda, nuovo tecnico del Vicenza che arriva sulla panchina veneta all’indomani dell’esonero di Pasquale Marino. L’allenatore dei biancorossi nella sua prima conferenza stampa ha indicato la rotta della sua guida tecnica a partire dall’obiettivo salvezza, che passa per un rinnovamento delle energie psicofisiche della rosa. La strada inizia dalla delicata sfida in programma al Menti sabato contro il Cagliari.

 

SALVEZZA – Il nuovo tecnico non ha nascosto le difficoltà in cui versa la squadra ma si è detto pronto a raddrizzare le cose. Queste le parole di Lerda riportate dal sito ufficiale del club veneto: «La situazione è delicata ma da parte mia c’è la convinzione assoluta di poter raggiungere l’obiettivo. Conosco l’ambiente e i ragazzi, conosco la passione della gente e la cultura sportiva di questa piazza. Tutti questi ingredienti sommati alle capacità tecniche e morali dei calciatori ci forniscono la possibilità di raggiungere l’obiettivo. Bisogna compattarsi forte, il campionato è tosto e duro, non ti aspetta ma noi abbiamo la fortuna di avere davanti ancora undici partite. Possiamo pertanto raggiungere ancora obiettivi inimmaginabili. Ora vediamo tutto grigio ma sono convinto che già da oggi pomeriggio saprò costruire un’empatia con i ragazzi e cercherò di entrare subito nella loro testa. In questo momento sono loro che stanno subendo il contraccolpo maggiore. Se tutti assieme lavoriamo nella stesa direzione sono convito che raggiungeremo l’obiettivo. Se lo facciamo all’ultima giornata bene, se lo dovessimo fare con lo spareggio bene lo steso, l’importante è mantenere questa categoria».

 

SUBITO IL CAGLIARI – L’avventura di mister Lerda sulla panchina biancorossa comincia subito con un match complicato, contro un Cagliari secondo in classifica ma ferito dai recenti risultati. Il tecnico del Vicenza vede delle opportunità nella caratura dell’avversario: «Il campionato di serie B è particolare, con dei suoi equilibri. In questo momento giocare contro il Como o contro il Crotone o il Cagliari cambia zero. Potenzialmente il Cagliari ha qualità maggiori ma non così tali da dire che è meglio incontrare ad esempio il Como anziché il Cagliari stesso. Affrontare sabato questa sfida ha però un valore mentale notevole perché il Cagliari ha comandato il campionato e per noi non può che rimandare a motivazioni straordinarie. Dovremmo cercare sempre e solo di vincere e se non si vince di non perdere».

Articolo precedente
Viareggio Cup, oggi l’esordio del Cagliari contro l’Ujana
Prossimo articolo
Giudice Sportivo: stop per Balzano e Brighenti, salteranno Vicenza-Cagliari