Vicenza 0-2 Cagliari, le pagelle dei rossoblu

© foto www.imagephotoagency.it

Dopo un solo punto conquistato nelle ultime 4 giornate e le 2 sconfitte casalinghe consecutive, il Cagliari ritrova la vittoria sul campo del Vicenza e con essa il momentaneo primato in classifica in attesa del match tra Crotone e Pescara in programma domani pomeriggio. Una vittoria maturata nella ripresa dopo un primo tempo caratterizzato da un atteggiamento troppo bloccato dei rossoblu e da ritmi troppo bassi per impensierire la squadra di Lerda. L’ingresso di Melchiorri nella ripresa con il Vicenza in inferiorità numerica per l’espulsione di Pinato si rivela ancora una volta decisivo: l’attaccante prima propizia il vantaggio con il gol dell’ex di Cinelli, poi nel finale chiude la partita con una splendida iniziativa personale. 

 

Storari 6: Raramente impegnato dagli attaccanti vicentini, si fa comunque trovare pronto nelle pochissime occasioni in cui viene chiamato in causa.
Pisacane 6: Buona prova in fase difensiva, si disimpegna con attenzione e la solita sostanza,  limitando la tecnica di Bellomo specialmente nel primo tempo, quando il Vicenza prova a sfondare dalle sue parti.
Salamon 6,5: Chiude tutti i varchi senza badare a fronzoli e si fa valere nel duello fisico con Ebagua concedendo poco o nulla all’attaccante biancorosso. Sullo 0-0 impegna Benussi con una sventola dalla distanza deviata in angolo dal portiere.
Ceppitelli 6,5: Al rientro da titolare dopo oltre un mese, riporta sicurezze perdute nell’ultimo periodo. Decisivo in chiusura a metà ripresa con due avversari pronti a presentarsi a tu per tu con Storari. 
Murru 6: Qualche ingenuità di troppo quando concede falli inutili e pericolosi agli avversari. Tutto sommato, però, una partita in cui non corre rischi in fase difensiva provando ad affacciarsi in avanti quando ne ha l’occasione.
Tello 5,5: Torna titolare dopo lungo tempo, dovrebbe dare maggiore qualità e velocità in mezzo al campo, ma l’atteggiamento bloccato dei rossoblu non favorisce le sue qualità. Nella seconda parte del primo tempo prova ad alzare il baricentro, senza però mettere in difficoltà gli avversari. (Dal 45′) Melchiorri 7: Ancora una volta dimostra che il Cagliari non può fare a meno di lui. Non dirompente come in altre occasioni, ma spacca la partita prima servendo l’assist per il gol di Cinelli e pou mettendo il sigillo sulla partita con una splendida azione personale.
Fossati 5: Il suo passo è troppo compassato e lezioso per consentire al Cagliari il cambio di ritmo necessario per mettere in difficoltà il Vicenza. In avvio di ripresa perde un paio di palloni che consentono la ripartenza al Vicenza. Prosegue il suo periodo sottotono nonostante la vittoria ritrovata.
Cinelli 6: Trova il tempo giusto dell’inserimento mettendo a segno il gol dell’ex che spalanca al Cagliari la strada verso la vittoria. Leggermente meglio nel ritmo e nella qualità dei passaggi rispetto alle altre uscite.
João Pedro 5,5: In un primo tempo bloccato sono poche le occasioni in cui può giocare fronte alla porta e provare a suggerire per i compagni. Nella ripresa arretra il raggio d’azione dopo l’uscita di Tello senza riuscire a lasciare il segno. (Dal 59′) Munari 6,5: Anche lui al rientro dopo lungo tempo, porta sostanza ed esperienza in mezzo al campo in una fase della partita in cui il Vicenza prova a spingere alla ricerca del pareggio.
Farias 5: Si accende raramente, come sul finire del primo tempo quando costringe Pinato al fallo che gli costa l’espulsione. Indolente nel cercare la giocata individuale, finendo per sbattere sul muro vicentino.
Sau 5,5: Gioca parecchio distante dalla porta per poter far male. Ha il merito di lottare finché ha energie, ma non riesce mai a rendersi pericoloso. (Dal 80′) Krajnc sv: Entra nel finale per dare ulteriore consistenza alla difesa, ma il Vicenza non crea grandi pericoli.
 
Rastelli 6: Atteggiamento troppo bloccato nel primo tempo, quando i rossoblu lasciano l’iniziativa ai padroni di casa e il ritmo è troppo basso per poter impensierire gli avversari. Il rientro di Ceppitelli restituisce sicurezza al reparto difensivo, l’ingresso di Melchiorri si rivela ancora una volta decisivo. Il Cagliari comincia a ritrovare i suoi pezzi e con essi la vittoria, sarà un caso?
Articolo precedente
Rastelli a Sky: «Era importante tornare alla vittoria, riprendiamo consapevolezza»
Prossimo articolo
Lerda a Sky: «Vicenza in partita nonostante l’uomo in meno»