Verso Cagliari-Roma, la storia della sfida

© foto www.imagephotoagency.it

Domenica alle 20:45 il Cagliari farà il suo esordio casalingo stagionale in Serie A. La squadra di Rastelli, reduce dalla sconfitta in casa del Genoa, troverà davanti la Roma di Spalletti, impegnata questa sera nel ritorno del play-off di Champions League.

Le gare di campionato tra Cagliari e Roma in Sardegna sono ben 36, disputate tutte nella massima serie. Sono 14 le vittorie rossoblù, a cui si sommano 9 pareggi e 13 sconfitte.

 

GLI ANNI 60’, LE PRIME SFIDE – Il primo Cagliari-Roma di campionato risale al 1964/65, stagione d’esordio in Serie A per i rossoblù. All’Amsicora il neopromosso Cagliari di Greatti e Riva liquida i giallorossi di misura grazie al gol di Cappellaro. Cappellaro mette la sua firma anche nella gara della stagione seguente, vinta dai sardi per quattro reti a zero. Al gol del giocatore veneto si aggiungono quello di Riva e la doppietta di Rizzo. E la striscia positiva degli isolani non si interrompe neanche nell’anno successivo, quando Barison porta in vantaggio gli ospiti ma le due reti di Riva negli ultimi venti minuti di gara ribaltano il risultato regalando altri due punti al Cagliari. La prima sconfitta risale alla stagione 1967/68, quando i rossoblù di Puricelli vedono sfumare il pareggio – 1-1, reti di Taccola e Boninsegna – per il gol siglato da Jair al 90’. Nel 1968/69 la gara si chiude sullo 0-0 e nel 1969/70 i sardi ritrovano i due punti: in un Amsicora stracolmo e festante è Nenè, al termine di un’azione solista, a battere l’estremo difensore giallorosso Ginulfi.

 

GLI ANNI 70’ – I ’70 si aprono con una sconfitta di misura: i giallorossi espugnano il nuovo Sant’Elia dei Campioni d’Italia in carica grazie ad una rete di Cappellini in avvio di ripresa. Nella stagione successiva medesimo risultato, ma a parti invertite: nel primo quarto d’ora di partita è Gigi Riva a siglare il gol che regala la vittoria ai suoi. Nel 1972/73 la contesa si chiude con un pareggio: al doppio vantaggio sardo firmato Gori-Riva rispondono i capitolini con Santarini e Muiesan. Punti divisi anche nell’incontro successivo: al Sant’Elia le compagini allenate da Chiappella e Liedholm chiudono sull’1-1 (Orazi, Gori). Le sfide negli anni ’70 tra Cagliari e Roma terminano con tre successi giallorossi tra il 1975 ed il 1980. La più rumorosa è quella del 1975/76: un 1-5 firmato Casaroli, Petrini (doppietta), Pellegrini e Negrisolo, gol isolano di Virdis su rigore.

 

GLI ANNI 80’ – Gli anni ’80 si aprono nel migliore dei modi per il Cagliari (allenato da Tiddia), che grazie ad un gol di Virdis nell’ultimo quarto d’ora archivia la pratica Roma. Nei due incontri successivi arrivano due sconfitte: prima il 2-4 del 1981/82, poi l’1-3 della stagione successiva, che vede il Cagliari retrocedere nuovamente in Serie B.

 

GLI ANNI ’90 – Ben 9 le sfide tra Cagliari e Roma negli anni ’90. Bilancio di 4 vittorie, 3 sconfitte e 2 pareggi. Dopo lo 0-0 del 1990/91, la Roma passa al Sant’Elia nella stagione successiva per via di un autogol di Pepe Herrera. Nel 1992/93 sono i sardi di Mazzone a passare di misura sulla Roma di Boskov grazie al gol di Pusceddu. Nel 1993/94, stagione in cui i rossoblù disputano anche la Coppa UEFA, la gara si chiude sull’1-1 (vantaggio casalingo di Oliveira, pareggio nell’ultima parte di match di Haessler). La gara più entusiasmante che hanno dato alla luce le due compagini risale alla fine del millennio: stagione ‘98/99, il Cagliari di Ventura piega la Roma di Zeman con un pirotecnico 4-3 grazie alle doppiette di Muzzi e O’Neil, quest’ultimo autore del gol vittoria ad un minuto dal termine.

 

GLI ANNI 2000 – Il Cagliari, retrocesso proprio all’alba del nuovo millennio, ritrova la Serie A nella stagione 2004/05 ed ospita la Roma alla 28a giornata. Il risultato, considerando che si tratta di una neopromossa, è sorprendente: i sardi di Arrigoni stendono i capitolini di Del Neri con un sonante 3-0, a segno tutto l’attacco con Zola, Esposito e Suazo. Nel 2006/07 un’altra vittoria, ancora con tre reti isolane: il 3-2 sui giallorossi di Spalletti è frutto del gol di Suazo e della doppietta di Marchini. Seguono tre pareggi consecutivi tra i quali, senza dubbio, i tifosi rossoblù ricorderanno soprattutto il 2-2 del 2009/10. Il Cagliari di Allegri si avvia alla sconfitta contro la Roma, avanti di due reti al 90’, ma i gol di Lopez e Conti tra il 90’ ed il 92’ fanno esplodere il Sant’Elia e regalano un insperato punto ai sardi. Nel biennio 2010/12 le ultime due vittorie del Cagliari, impostosi prima per 5-1 (reti di Conti, Matri, Acquafresca, ancora Matri e Lazzari) e poi per 4-2 (doppietta di T. Tibeiro, gol di Pinilla e sigillo finale di Ekdal). Gli ultimi tre incontri hanno portato altrettante sconfitte, dallo 0-3 del 2012/13 all’1-2 del 2014/15 passando per l’1-3 del 2013/14.

 

Ora, dopo una stagione di pausa obbligata, è di nuovo tempo di Cagliari-Roma.

Articolo precedente
Roma, prima del Cagliari c’è il Porto: oggi Spalletti si gioca la Champions
Prossimo articolo
Cagliari, iniziata la settimana di allenamenti in vista della Roma: ancora differenziato per i brasiliani