Verso Cagliari-Pescara, i precedenti: ottimo il bottino dei rossoblù

© foto www.imagephotoagency.it

Quello di sabato pomeriggio sarà il sedicesimo Cagliari-Pescara di campionato della storia. Una gara delicata, per il Cagliari che vuole ufficializzare la fuga e per il Pescara che vuole staccarsi dalla quarta e, possibilmente, accorciare le distanze dalle prime due posizioni.

 

Dei 15 incontri in terra sarda 3 sono stati disputati in Serie A, 11 in Serie B ed 1 in C1. Proprio quello nella terza divisione è il match che ha aperto la serie di scontri tra le due compagini. La gara, finita 5-2 per il Cagliari, risale alla stagione 1949/50. A fine stagione i sardi chiusero al sesto posto, il Pescara retrocesse. L’incontro successivo risale a quasi trent’anni dopo: era la stagione 1976/77 quando al Sant’Elia il Cagliari sconfisse gli abruzzesi per 2-1 grazie ai gol di Piras e Virdis, inutile la rete nel finale di gara del biancazzurro Nobili. La prima sfida in Serie A tra le due squadre è nella stagione 1979/80, quando il Cagliari di Tiddia superò di misura il Pescara grazie ad un autogol di Pellegrini. A fine stagione il Cagliari si posizionò ottavo, il Pescara sedicesimo e retrocesse in Serie B. I cinque incontri seguenti sono tutti in cadetteria, dal 2-0 del 1983/84 firmato Biondi-Poli al 2-0 del 1989/90, che porta le firme di Paolino e Cappioli. In mezzo una vittoria, una sconfitta ed un pareggio. Agli albori dei ’90, precisamente nella stagione 1992/93, ci fu il secondo incontro in massima serie, probabilmente il più importante di tutti. Il Cagliari di Mazzone vinse 4-0 e si qualificò in Coppa UEFA. In un gremito Sant’Elia i sardi travolsero il Pescara con le reti di Olivera (doppietta), Moriero e Francescoli. A seguire tre incontri in Serie B, conclusi tutti a favore dei rossoblù. L’ultimo risale alla stagione 2003/04, quando a Tempio Pausania i sardi chiusero la pratica Pescara già nel primo tempo grazie ai gol di Zola (su rigore), Capone e Suazo. L’ultimo incontro, ampiamente più recente rispetto agli altri, è datato 30 settembre 2012, quando i rossoblù di Ficcadenti furono superati dal Pescara ad Is Arenas. Di Pinilla il gol sardo, inutile ai fini del risultato dopo le marcature di Terlizzi e Weiss.

 

Bilancio più che positivo, dunque, per il Cagliari, che nelle 15 occasioni in cui ha ospitato il Pescara ha raccolto 10 successi, 3 pareggi e 2 sole sconfitte, mettendo a segno 28 gol e subendone 9.

Articolo precedente
Pescara, Oddo carica i suoi: «A Cagliari per fare la nostra partita, non ci basta il pareggio»
Prossimo articolo
Cagliari, doppia seduta in vista del Pescara