Verso Cagliari-Atalanta, i numeri della sfida del Sant’Elia

© foto www.imagephotoagency.it

La 4^ giornata del campionato di Serie A mette di fronte Cagliari e Atalanta, sfida salvezza che rievoca il duello a distanza di due stagioni fa, quando la corsa dei rossoblu si infranse proprio sul divario incolmabile con i nerazzurri allora allenati dall’ex Edy Reja per terminare con una dolorosa retrocessione.  Il Cagliari arriva all’appuntamento dopo aver raccolto un solo punto nelle prime 3 partite e al Sant’Elia cerca il primo successo stagionale contro un’Atalanta che dopo due sconfitte consecutive all’esordio ha trovato la prima vittoria nel match casalingo con il Torino.

 

PRECEDENTI – Quella di domani pomeriggio sarà la sfida numero 68 in totale tra le due formazioni, la numero 34 in casa rossoblu. Il bilancio dei precedenti è nettamente in favore dei padroni di casa, con 19 vittorie del Cagliari, 9 pareggi e 5 vittorie atalantine, 54 i gol realizzati dal Cagliari, 23 dall’Atalanta. Al Sant’Elia, il Cagliari non batte l’Atalanta dal 1 aprile 2012: finì 2-0 con le reti di Conti e dell’ex Pinilla. Nei successivi 3 incroci, ben 2 volte la sfida si è giocata in settembre: nel 2012-13 alla 2^ giornata, 1-1 a Is Arenas (Denis e Ekdal), nel 2014-15 sempre alla 2^ giornata 1-2 al Sant’Elia (Estigarribia e Boakye, poi Cossu su rigore). In mezzo, la vittoria rossoblu a Trieste nella 1^ giornata del 2013-14, 2-1 (prima Stendardo, poi la rimonta con Nainggolan e Cabrera).

 

CAGLIARI – Partenza a rilento per il Cagliari nelle prime 3 giornate di campionato. I rossoblu hanno conquistato un solo punto nelle sfide contro Genoa, Roma e Bologna. Nonostante questo, la stagione rossoblu è ripartita all’insegna del gol: sono 5 i gol realizzati in questi primi 270′ di campionato – tutti siglati nei secondi tempi – 15 i match consecutivi in cui i rossoblu vanno in rete, con 33 gol messi a segno. L’ultima sfida all’asciutto risale allo scorso 14 marzo, 0-2 al Sant’Elia contro il Perugia. D’altro canto, il Cagliari è anche la squadra con la peggior difesa del campionato in questo avvio: ben 7 gol subiti, in compagnia proprio dell’Atalanta e del Milan.

 

GENOA – Così come il Cagliari, anche per l’Atalanta si tratta di un avvio di campionato col freno a mano tirato. I nerazzurrihanno perso le prime 2 gare di campionato contro Lazio e Sampdoria per poi riscattarsi domenica scorsa con la vittoria casalinga per 2-1 sul Torino. Peggior difesa  del campionato in compagnia dei rossoblu con 7 reti subite, i nerazzurri hanno messo a segno 6 gol, uno in più del Cagliari, di cui 5 nella ripresa e ben 4 nell’ultima mezz’ora di gioco, inclusi i minuti di recupero.

 

TECNICI – Debutto in Serie A poco entusiasmante per Massimo Rastelli, che nonostante le 2 sconfitte in 3 gare ha in settembre il suo mese d’oro, con una media di 2 punti a partita, frutto di 17 vittorie, 7 pareggi e 5 sconfitte in 29 partite disputate. Per l’allenatore rossoblu si tratta del primo confronto tecnico ufficiale con Gian Piero Gasperini, mentre si tratta del secondo incrocio con l’Atalanta in partite ufficiali: l’unico precedente risale alla sconfitta per 2-0 rimediata alla guida dell’Avellino nella sfida di Coppa Italia 2014/15 giocata a Bergamo. Per Gasperini sono invece 11 i precedenti contro il Cagliari, con un bilancio di 5 successi, 2 pareggi e 4 vittorie rossoblu. Le sue squadre sono sempre andate a segno, per un totale di 19 reti all’attivo. L’ultimo incrocio risale al doppio confronto nel campionato di Serie A 2014/15, sulla panchina del Genoa: 1-1 al Sant’Elia e 2-0 Grifone al ritorno a Marassi

Articolo precedente
Atalanta, Toloi: «Al Cagliari toglierei Sau»
Prossimo articolo
Cagliari Primavera, non basta Melchiorri: a Decimo passa la Roma