Verso Avellino-Cagliari, i precedenti: l’ultima volta Esposito e Suazo firmarono il successo

© foto www.imagephotoagency.it

Venerdì andrà in scena al Partenio-Lombardi l’anticipo della 24^ giornata di Serie B. In campo Avellino e Cagliari, sfida affascinante quanto insidiosa, e non solo per fattori tecnici: sarà il ritorno al Partenio di Rastelli e Pisacane, i due ex che la scorsa estate hanno lasciato il biancoverde dell’Avellino per sposare il progetto del Cagliari.

 

Sono 8 i precedenti in Irpinia tra i lupi e gli isolani. Bilancio non positivo: 2 successi, 3 pareggi e 3 sconfitte. La prima gara risale al 28 novembre 1976, in Serie B: il Cagliari di Toneatto fu costretto allo 0-0 dai padroni di casa. A fine stagione sardi quarti in classifica, campani quattordicesimi. Nella stagione successiva l’avellinese Lombardi firmò la prima sconfitta irpina del Cagliari. A fine stagione l’Avellino sbarcò in Serie A, mentre il Cagliari si classificò dodicesimo. Nel 1978/79 il Cagliari chiuse il campionato di B al secondo posto, tornando in Serie A e ritrovando i biancoverdi. Alla stessa stagione risale il primo incontro in massima serie, al Partenio, tra le due compagini. Partita statica e con poche idee, ma alla fine si registrarono quattro reti, due per parte. Alla rete di Selvaggi, che portò in vantaggio i sardi, rispose con un autogol di testa Brugnera. Nella ripresa fu Pellegrini a trovare il gol del 2-1, pareggiato dal rossoblù Marchetti nel finale di gara.

 

Nelle tre stagioni successive, tutte in Serie A, il Cagliari colse una sconfitta, un pareggio ed una vittoria, la prima in terra irpina. Era la penultima gara della stagione 1981/82, ed i rossoblù di Tiddia si imposero con un netto 1-4. Aprì le danze Selvaggi con un destro dai 25 metri, rete pareggiata da Juary. Nel secondo tempo Piras e Marchetti portarono il risultato sull’1-3, ipotecando la vittoria. Nel finale Selvaggi chiuse definitivamente i conti. Gli ultimi due incontri sono in Serie B. Nella stagione 1989/90 i rossoblù di Ranieri fecero visita, alla prima giornata, all’Avellino. I sardi uscirono sconfitti dal Partenio. Il risultato, di 2-0, fu frutto di due autoreti: prima Valentini, poi Giovannelli batterono il proprio portiere Ielpo.

 

L’ultimo precedente corrisponde anche alla seconda vittoria in casa biancoverde. Al Partenio si sfidarono l’Avellino di Zeman ed il Cagliari di Reja. Era la gara successiva all’ormai famosa vittoria sulla Salernitana, che ufficializzò il ritorno in Serie A dei sardi. Reja mandò in campo chi aveva avuto meno spazio, Zeman schierò i migliori undici, per cercare di chiudere nel migliore dei modi un torneo che l’Avellino si avviava a salutare, vista l’aritmetica retrocessione. Cagliari subito in vantaggio con Esposito, ma dieci minuti dopo Capparella prima ristabilì la parità e poi, nel finale di tempo, portò in vantaggio i suoi. La ripresa fu tutta del Cagliari, che dopo tante occasioni trovò due reti negli ultimi dieci minuti. I gol, entrambi firmati da Suazo, permisero ai sardi di cogliere al fotofinish la vittoria e all’honduregno di raggiungere quota 20 nella classifica marcatori.

Articolo precedente
GdS – Cagliari, via Cerri? Piace al Chievo
Prossimo articolo
Serie B, il Livorno di nuovo a Panucci: esonerato Mutti