Connettiti con noi

Ex Rossoblù

Ventura: «Il Cagliari non si può permettere un altro passo falso»

Pubblicato

su

L’ex commissario tecnico della nazionale italiana di calcio ha presentato la sfida tra le due squadre che ha allenato in passato

Gian Piero Ventura, ex allenatore di Cagliari e Pisa nonché CT della Nazionale, oggi ha rilasciato una lunga intervista a Il Tirreno. Alla vigilia della sfida tra le sue due ex squadre ha voluto delineare la partita che si svolgerà all’Unipol Domus. Queste le sue parole:

SFIDA DELICATA – «È una partita importante per il Pisa e delicata per il Cagliari. I nerazzurri con il ritorno di D’Angelo hanno cambiato passo e con una vittoria supererebbero il Cagliari in classifica. È tornato l’entusiasmo nell’ultimo mese e mezzo. Soprattutto la squadra è di nuovo quadrata».

PROSPETTIVE PISA – «Intanto con una vittoria sorpasserebbe il Cagliari in classifica, non una cosa da poco visto che i sardi erano una delle favorite della vigilia e dispongono comunque di un organico da serie A. Con una vittoria il Pisa si potrebbe davvero candidare a un posto playoff. Considerando la partenza difficile sarebbe già un successo straordinario».

CAGLIARI – «Il Cagliari non si può permettere un altro passo falso. Forse avevano l’idea di dominare il campionato ma finora sono andati sotto le aspettative».

RITIRO – «Non credo, la differenza in campo la fanno i giocatori e l’organizzazione. Il resto sono sciocchezze. Il ritiro si fa con la speranza che possa essere una cosa utile, ma spesso non è così. Il momento però è molto delicato per loro visto che sono stati mandati via il direttore generale e il direttore sportivo. Sono segnali non buoni. In caso di sconfitta c’è il rischio che avvenga quasi un cataclisma calcistico».

D’ANGELO ESONERATO E RICHIAMATO – «Il calcio è un mondo particolare. Oggi si dice una cosa, domani un’altra. Per fare un discorso di lunga durata serve un’alchimia assoluta e disponibilità reciproca tra la società e l’allenatore. A Torino, per fare un esempio, non avremmo potuto arrivare dalla B alla Uefa in tre stagioni. La sinergia tra tecnico e società è fondamentale per ottenere risultati in campo e nei bilanci di un club».

UOMINI DECISIVI – «Credo di più nell’organizzazione di gioco del Pisa rispetto a quella del Cagliari. Diciamo che da una parte può fare la differenza il collettivo dei nerazzurri, dall’altra i singoli della squadra di Liverani che possono decidere la gara da un momento all’altro. Su tutti Lapadula e Nandez. Mi aspetto comunque una gara avvincente e aperta ad ogni soluzione».

Advertisement

News

Video

Cagliari News 24 – Registro Stampa Tribunale di Torino n. 50 del 07/09/2021 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 – PI 11028660014 Editore e proprietario: Sportreview s.r.l. Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a Cagliari Calcio S.p.A. Il marchio Cagliari Calcio è di esclusiva proprietà di Cagliari Calcio S.p.A.