Trapani 2-2 Cagliari, le pagelle dei rossoblu

© foto www.imagephotoagency.it

Il Cagliari interrompe la striscia negativa conquistando un punto prezioso al Provinciale di Trapani nella 30^ giornata del campionato di Serie B. Una match che si era messo nel peggiore dei modi per i rossoblu, sotto 2-0 già dopo 10′ e in grande difficoltà complici il vento e la scelta iniziale di Rastelli di schierare un inedito 3-5-2. Nella ripresa, il tecnico torna sui suoi passi e l’inserimento di Melchiorri in avvio consente a Farias di riaprire la partita. Nel recupero ci pensa poi Joao Pedro a ristabilire la parità con un destro dalla distanza che sorprende Nicolas. Un punto d’oro per un Cagliari in piena emergenza e in difficoltà, ma Rastelli dovrà riflettere sulle scelte fatte in avvio. 

 

Storari 6,5: Nel primo tempo il vento gli provoca qualche problema sulle uscite. Non può nulla in uscita su Citro lanciato a rete, poi si supera di nuovo a tu per tu con lo stesso attaccante evitando il 3-0.

Pisacane 5: In difficoltà nel ruolo di terzo centrale in un modulo inedito. Commette diversi falli ingenui e rimedia un’ammonizione che gli costerà la squalifica con il Perugia. (Dal 45′) Melchiorri 6,5: Anche nella ripresa il Cagliari non combina granché sotto porta. Pronti via, però, scappa sul filo del fuorigioco e serve a Farias l’assist per il gol che riapre la partita. Poi di testa va vicino al gol del pareggio. In generale mette apprensione alla difesa avversaria con la sua potenza e velocità.
Salamon 5: In grande difficoltà nel primo tempo, complici il vento e un modulo inevitabilmente non assorbito. Grave l’errore in uscita che consente a Citro di presentarsi solo davanti a Storari per il raddoppio. Meglio nella ripresa quando con il ritorno allo schieramento classico i rossoblu riescono a difendersi con meno affanno.
Krajnc 5: Anche per lui un pomeriggio di grande sofferenza. Nel primo tempo rischia tanto in un paio di disimpegni al limite dell’area. Anche nella ripresa non sembra dare una sensazione di sicurezza.
Balzano 6: E’ senza dubbio quello che prova a fare il lavoro chiesto dal tecnico nel primo tempo, anche se non supportato dai compagni. Da un suo cross arriva l’unica occasione pericolosa dei rossoblu nella prima frazione.
Cinelli 4,5: Ancora una volta non riesce a dare sostanza in mezzo al campo. Una sequela di errori incredibile, nella ripresa rischia di combinare la frittata prima lanciando Citro con un intervento sbagliato poi rischiando il rigore sulla conclusione della stessa azione.
Colombatto 4,5: Tanti errori di misura in un primo tempo da incubo, dove in avvio sbaglia un paio di palloni che favoriscono le ripartenze micidiali del Trapani. Sfortunato, il momento della squadra di certo non ne agevola l’inserimento. (Dal 50′) Deiola 6: Corre e lotta in mezzo al campo senza lesinare l’intervento duro. Il suo apporto è senza dubbio più prezioso di quello offerto dai compagni di reparto.
Murru 5,5: Tanti errori nel primo tempo anche per lui, in fase difensiva per lo meno non corre grossi rischi dalle sue parti.
Joao Pedro 7: Poco appariscente ma dannatamente efficace. Nel primo tempo è prezioso in fase difensiva rientrando sin sulla linea dei difensori e sbrogliando più di una situazione pericolosa. Nella ripresa, schierato da mezz’ala, sbaglia un paio di palloni in ripartenza, poi nel recupero toglie le castagne dal fuoco con un destro dalla distanza che vale un punto d’oro per come si era messa la partita.
Farias 6: Nel primo tempo non c’è, in avvio di ripresa sfrutta al meglio l’assist di Melchiorri che consente di riaprire la partita. Un altro squillo dalla distanza che impegna Nicolas, poi poco altro.
Sau 4: Il tipo di partita e di avversario non si prestava alle sue caratteristiche, per di più in un momento in cui la condizione non è quella ottimale. Il risultato è una prestazione da fantasma in campo. (Dal 67′) Cerri 5,5: Tanta lotta contro gli arcigni difensori avversari, ma anche troppi falli commessi. La sua presenza dà comunque un maggiore peso in avanti.
 
 
Rastelli 5: Le attenuanti sono tante, dall’emergenza a centrocampo al forte vento che soffia sul Provinciale, ma si complica la vita da solo proponendo un modulo inedito che toglie ulteriori certezze alla squadra. Il risultato è un primo tempo da incubo, nella ripresa torna alle origini e gli innesti di Melchiorri e Deiola hanno il loro effetto positivo. Un punto preziosissimo viste le premesse, sperando che il peggio sia passato.
Articolo precedente
LIVE – Trapani-Cagliari 2-2: Joao Pedro evita la terza sconfitta consecutiva
Prossimo articolo
Trapani, Cosmi: «Per noi è come una sconfitta, nel secondo tempo c’era rigore per noi»