Tomasini a Calcio d’inizio: «Venire a Cagliari è stata la mia fortuna. La Serie A? Ci andremo sicuramente»

© foto www.imagephotoagency.it

Ospite a “Calcio d’inizio”, trasmissione curata dalla redazione di CagliariNews24 in onda su Radio Golfo degli Angeli, l’ex difensore rossoblù Beppe Tomasini ha parlato dell’anniversario dello scudetto e analizzato il campionato del Cagliari. «Oggi chi viene a Cagliari sa che starà bene. Io sono nato in Lombardia, ma ormai, vivendo sull’isola da tanti anni, mi sento sardo. Passando gli anni ci siamo accorti di aver compiuto non un’impresa, ma un miracolo, un sogno. Forse avremmo meritato anche l’anno prima, ma vincere lo scudetto non è mai facile. Il Cagliari per vincere deve essere molto più forte di tutte le altre».

 

NUOVO STADIO – «È un sogno di tutti i sardi, avere lo stadio nuovo porterebbe tanti introiti e la possibilità di rinforzare ulteriormente la squadra».

 

PASSATO BRESCIANO – «Mi volevano Bologna e Inter, quando mi chiamarono i rossoblù non accettai subito. Venire a Cagliari è stata la mia fortuna, mi sono trovato benissimo».

 

CAMPIONATO – «Pensavo che il Cagliari sarebbe stato al posto del Crotone, forse i tanti infortuni hanno condizionato questa stagione. I meriti del Crotone passano anche dai demeriti del Cagliari, se i rossoblù avessero rispettato le attese i calabresi non sarebbero al comando della campionato. In Serie B la tecnica lascia spazio all’agonismo, forse nel girone di ritorno la squadra di Rastelli ne ha avuto meno delle altre. Comunque non ho dubbi, il Cagliari andrà sicuramente in Serie A».

 

MERCATO – «Giulini dovrà acquistare almeno 5-6 rinforzi in vista della prossima stagione. La Serie A non è la B, ci vogliono elementi di categoria. Ceppitelli-Salamon? Si potrebbe prendere un giocatore più esperto, ma sono comunque buoni difensori. Terrei sicuramente Di Gennaro, Melchiorri e Dessena. Mi fido di Capozucca, è un grande direttore sportivo».

 

LA PARTITA ODIERNA – «A livello tecnico-tattico siamo più forti del Brescia. Le Rondinelle vengono qui con la speranza di raggiungere i playoff, ma se i rossoblù giocheranno da Cagliari non ci saranno problemi».

Articolo precedente
Serie B, 36^ giornata: chances in casa per Bari e Trapani, bagarre in zona salvezza
Prossimo articolo
Il Cagliari di Canzi supera il Perugia. A Cabras finisce 4-1