Srna: «Vedere lo stadio pieno mi allarga il cuore, il Cagliari mi ha voluto davvero»

© foto Elena Accardi per CagliariNews24.com

Il terzino croato del Cagliari Darijo Srna si è raccontato nell’intervista concessa a La Gazzetta dello Sport: «Pavoletti merita la Nazionale»

Dopo una vita allo Shakhtar Donetsk, tra trofei e Champions League, Darijo Srna ha deciso di rimettersi in gioco a 36 anni a Cagliari«Gli amici mi dicono, Darijo, ma ti rendi conto che la gente paga per vivere in Sardegna e invece ti pagano per stare lì?». Il terzino croato si è raccontato in un’intervista pubblicata sull’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport, tra guerre e momenti di vita complicata: «Nella mia vita non c’è stato niente di semplice. E ora mi trovo in quest’isola piena di luce, con un pubblico splendido. Negli ultimi anni passati in esilio lo Shakhtar giocava nel deserto: quando entro i campo e vedo lo stadio pieno mi si allarga il cuore. Mi sembra di tornare indietro di dieci anni».

CAGLIARISrna ha spiegato perché ha scelto Cagliari: «L’unico club che mi ha veramente voluto. Ma poi uno deve andare dove gli dicono il cuore e la testa». È stata importante anche la chiamata di Pavoletti, che il croato consiglia fortemente all’Italia«Non mi permetto di entrare nel mestiere di Mancini, ma meriterebbe una chance in Nazionale. Vi manca il bomber? Eccolo. E Barella in un paio d’anni diventerà il leader degli azzurri».

AMICI CONTRO – Sabato, lui, Barella e Pavoletti sono attesi da una partita complicata contro la Juventus. Dall’altra parte Srna incontrerà il suo ex compagno di Nazionale, ma soprattutto amico, Mario Mandzukic«Mi ha detto che sabato vuole giocare a sinistra e io gli ho detto: “Peggio per te, non ti farò toccare palla”. C’è grande amicizia fra di noi».

 

Articolo precedente
Lopez campione con il Peñarol: «Vincere qui è bellissimo»
Prossimo articolo
juventus-cagliariJuventus-Cagliari, designato l’arbitro Mariani: i precedenti