Siena 0-0 Cagliari, le pagelle dei rossoblù. Ekdal e Ibarbo tra i migliori, Thiago Ribeiro da rivedere

© foto www.imagephotoagency.it

Il delicatissimo match salvezza tra Siena e Cagliari (“delicatissimo” più per i padroni di casa) è terminato in parità a reti inviolate. Un risultato che senza dubbio non può soddisfare i senesi che hanno perso la grande occasione del (momentaneo) sorpasso sul Genoa, squadra che la precede in classifica nella prima posizione utile che garantisce la permanenza nella massima serie. Punticino prezioso invece per il Cagliari che con una gara di sacrificio mantiene a distanza proprio i bianconeri in classifica (10 punti il distacco) e a quota 35 punti vede sempre più da vicino l’obiettivo della salvezza. Di seguito le pagelle dei rossoblù a cura della nostra redazione di CagliariNews24:

AGAZZI 6: mai impegnato severamente dagli avanti senesi. Nessun grande intervento, solo “prese” di ordinaria amministrazione. Sufficienza “d’ufficio” per lui.
PISANO 6,5: partita di grande sacrificio anche per lui. Sempre attento a contenere le folate offensive di Rosina, Reginaldo ed Emeghara. Anche qualche discesa nel corso del match. Positivo.
ARIAUDO 6,5: prestazione impeccabile. Chiamato a sostituire lo squalificato Rossettini, risponde con convinzione “presente”. Non una sorpresa.
ASTORI 6,5: con Ariaudo formano una coppia quasi insuperabile. Duo collaudato da tempo. Ciò si deduce facilmente vedendoli all’opera. 
MURRU 6,5: per il talento Under 18 rossoblù altra convincente prestazione. Sulla fascia sinistra si disimpegna da veterano. Non più una sorpresa, il futuro (ma anche il presente evidentemente) è suo. Non parliamo degli assenti, ma una domanda è lecita: Avelar?
DESSENA 6,5: con il collega svedese Ekdal, uno dei migliori in campo. Nella partita di sacrificio della squadra rossoblù lui uno dei migliori: solita grinta e determinazione. Grande nella fase di copertura, e bene in occasione di qualche inserimento. Gran tiro nei primi minuti del secondo tempo. Più che sufficiente.
NAINGGOLAN 6: bene nel ruolo di “vice Conti”, anche se la sua buona prestazione fatta di sacrificio e grinta in mezzo al campo è macchiata da alcuni errori che sarebbero potuti risultare decisivi in  negativo. Tre palloni persi durante il match che hanno avviato in tutte e tre le occasioni l’azione senese. Certamente non nella sua giornata migliore.
EKDAL 7: con Ibarbo uno dei migliori in campo. Grande grinta in mezzo al campo, ordinato, determinato e bravo negli inserimenti. Ormai una certezza. 
(dal 86′) CASARINI: sv
COSSU 6.5: come già mostrato nelle ultime uscite, è tornato ai suoi livelli, i palloni giocabili in avanti partono quasi sempre dai suoi piedi. Oggi forse non brillante come domenica scorsa, ma buona prestazione. Tanto lavoro di copertura anche per lui. 
THIAGO RIBEIRO 5,5: partita di sacrificio anche per lui, come per tutta la squadra. Forse qualche errore di troppo nelle rare occasioni in cui ha provato a portarsi in avanti. Può fare sicuramente meglio. Da rivedere.
(dal 68′) NENE’ 6: entra in campo voglioso di far bene, si mostra vivo ma al 32′ si lascia cadere in area troppo facilmente. Giallo, era diffidato e con la Fiorentina non potrà essere impiegato. 
IBARBO 7: si conferma in grande spolvero anche se non brillantissimo come era stato nell’ultima vittoriosa uscita contro la Sampdoria ad “Is Arenas”. Le sue accelerazioni sono sempre e comunque un pericolo costante per le difese avversarie. Da segnalare oggi la grande cavalcata al 31′ del primo tempo, la prima vera occasione goal del match. Sempre propositivo, al 27′ della seconda frazione di gioco cade in area di rigore senese. Rigore? Azione dubbia, il signor Doveri gli ordina di rialzarsi. 
(dal 78′) PINILLA: sv

PULGA-LOPEZ 7: forse possono essere accusati da qualcuno di non aver avuto il coraggio di osare di più. Ma la classifica dice che oggi era importante non perdere. Non si è perso, i punti dal terzultimo posto rimangono invariati (10) e a quota 35, la salvezza è sempre più vicina. Strateghi. 

Articolo precedente
Lopez: ” Sapevamo che sarebbe stata una partita difficile, Ibarbo…”
Prossimo articolo
Siena, Iachini: «Cagliari squadra compatta»