Connettiti con noi

News

Siamo pronti all’impatto delle analisi statistiche sul calcio?

Pubblicato

su

Il calcio è fatto di molti elementi che possono non saltare subito all’occhio, anche se alcuni sono – di certo – più evidenti di altri.

Molti, erroneamente, pensano che una partita di calcio sia una semplice questione di goal portati a casa, ma questo è vero soltanto in parte. Infatti, andando a scavare dietro ogni singolo fattore capace di influenzare l’esito di una partita, si troveranno, semplicemente e profondamente, dei numeri. A sua volta, questa affermazione, solo all’apparenza riduttiva, apre le porte a tutto quel vasto mondo delle analisi statistiche applicate al calcio, che sta rivoluzionando l’universo del pallone in ogni sua singola parte.

Il numero di gol o i numeri del gol

Correndo il rischio di scivolare in una serie di giochi ed equivoci di parole, bisogna prima di tutto chiedersi cosa è necessario per vincere una partita di calcio. Di certo, di un gol o, almeno, di una rete in più rispetto a quelle eventualmente segnate dalla squadra avversaria. I numeri di gol sono dunque essenziali per decretare la vittoria di un incontro, ma è anche vero che dietro questo totale si nascondono, in teoria e in pratica, tutte quelle probabilità, tutte quelle cifre che sono capaci di influenzare l’esito di una partita.

Riuscire a leggere queste cifre prima ancora che la partita inizi, per prevederne il risultato tramite applicazioni di analisi statistica come Sbostats, con ovvie ricadute sul mondo delle scommesse sportive, è la chiave della rivoluzione – in termini di studio dei match e definizione dei pronostici – che sta interessando il calcio nel momento attuale. Si scoprirà dunque che, dietro un numero di gol estremamente limitato, si nasconde un complesso intreccio di possibilità e di cifre che solo avanzati algoritmi e sofisticate IA (Intelligenze Artificiali) sono in grado di leggere e cogliere nella loro verità.

Ferma restando l’imprevedibilità del fattore umano (o del destino o della fortuna, che dir si voglia), si può iniziare a familiarizzare con concetti statistici sempre più rilevanti, nel mondo del calcio: tra questi, a titolo d’esempio, il cosiddetto xG, ossia gli Expected Goal (il numero di goal attesi in un match). Questo parametro è calcolato secondo algoritmi e formule che variano per ogni società calcistica, ma l’idea di fondo è quella di effettuare un’analisi delle probabilità che, su un tot di tiri effettuati, alcuni di questi si traducano in reti, in base a tutta una serie di variabili quantificate ed elaborate dal sistema stesso. 

Come si capisce, dunque, tutto si traduce in un numero, dietro il quale si nascondono i grandi “numeri” dei giocatori (da intendere come le loro performance in campo più ispirate) e una molteplicità di altri fattori (quali il morale della squadra, la stanchezza del centravanti o del portiere, le eventuali condizioni del meteo e ancora molti altri). Poiché si tratta di un semplice numero, l’xG può facilmente essere letto e posto a confronto con altre cifre, quali il risultato effettivo della partita o, ancora, con i corrispettivi xG di incontri già trascorsi, per seguire meglio l’andamento di una squadra o di un singolo giocatore.

L’impatto della statistica

Ragionando in altri termini, nell’universo del calcio, stanno cominciando a muoversi nuove stelle, che a loro volta fanno da riferimento a nuovi pianeti: si sviluppano sempre di più sistemi di analisi, che si basano in primo luogo sulla ricerca dei grandi dati (Big Data) da estrapolare dalle partite presenti e passate, e poi sulla loro elaborazione da parte di esperti, con il supporto di intelligenze artificiali sempre più sofisticate. Di certo, in questo contesto in evoluzione, il calcio sta cambiando piano piano lingua, cominciando a parlare e a esprimersi con mezzi informatici, piuttosto che tramite il semplice estro dei giocatori o il mero risultato di un incontro (anche se di Serie A o di tornei di più alto livello).

In sintesi, il grande impatto della rivoluzione statistica è dettato dall’ingresso in campo – in grande stile – di un nuovo gruppo di “calciatori”: si tratta di esperti di analisi che cercano di leggere il calcio in modo diverso, più numerico o matematico, più scientifico e informatico, segnando un’evoluzione per la passione che anima da sempre tutti gli addetti al mondo del pallone. Tifosi, dirigenti, bookmaker, allenatori, giocatori stessi: nessuno di questi potrà più dirsi immune dai numeri del calcio.

Advertisement