Serie B, la griglia dei playoff: Bari e Pescara, niente sfida in finale. Trapani mina vagante

© foto www.imagephotoagency.it

Terminata la stagione regolare, il campionato di Serie B prosegue con playoff e playout per decretare i suoi ultimi verdetti. Dopo 42 giornate, infatti, mancano ancora all’appello la quarta retrocessa che farà compagnia a Como, Livorno e Modena in Lega Pro, e soprattutto la terza promossa che invece seguirà Cagliari e Crotone in Serie A.

 

PRELIMINARE – Mentre lo spareggio playout vedrà protagoniste Salernitana e Virtus Lanciano, la griglia dei playoff riparte dalla controversa e criticata formula che favorisce il piazzamento in campionato. Delle sei squadre che si contenderanno l’ultimo posto per la massima serie, dalla 4^ all’8^ classificata si affronteranno in un turno preliminare a gara unica in cui, in caso di parità al termine dei supplementari, si qualificheranno alle semifinali le due squadre che si sono piazzate meglio in campionato. La sfida ripartirà martedì 24, con la gara del Manuzzi tra Cesena e Spezia, rispettivamente 6^ e 7^ classificata; mercoledì 25 sarà il turno del Bari, che al San Nicola affronterà il Novara: la squadra di Baroni ha centrato l’accesso ai playoff scavalcando la Virtus Entella nell’ultima giornata.

 

SEMIFINALI – Le due squadre vincenti accederanno alle semifinali, che si disputeranno invece su gare di andata e ritorno, con quest’ultimo in casa della squadra che ha ottenuto il miglior piazzamento al termine della regular season. In questo caso, passa la squadra che ottiene il maggior numero di punti nelle due sfide, mentre in caso di parità ad accedere alla finale è la squadra meglio piazzata in campionato. Il primo round è fissato per il 28/29 maggio, mentre il 31 maggio e il 1 giugno si giocheranno le gare di ritorno. La formula prevede che la 3^ classificata affronti la vincente della sfida tra la 6^ e la 7^ classificata, mentre la 4^ classificata dovrà incrociare chi si aggiudicherà la sfida tra la 5^ e l’8^ classificata: il Trapani – a sorpresa e con merito terzo in classifica – incontrerà dunque la vincente della sfida Cesena-Spezia, mentre il Pescara, che ha chiuso il campionato al quarto posto, attende la vincente del match tra Bari e Novara.

 

FINALE – Niente sfida in finale, dunque, tra le due squadre che alla vigilia erano date insieme al Cagliari tra le principali candidate alla promozione diretta. L’autentica mina vagante della griglia è il Trapani che, arrivando terzo dopo un finale di stagione incredibile, potrebbe sfruttare il fattore entusiasmo e il vantaggio derivante dalla formula per conquistare la Serie A e rivelarsi la grande sorpresa della stagione insieme al Crotone. La finale si giocherà anch’essa in gara di andata e ritorno – domenica 5 e giovedì 9 giugno – e segue la regola delle semifinali per stabilire la vincente. 

 

TURNO PRELIMINARE

 

24/5/2016 – 20.30: Cesena-Spezia

25/5/2016 – 20.30: Bari-Novara

 

SEMIFINALI

 

28/5/2016 – 18.00: Vincente preliminare 1-Trapani

29/5/2016 – 18.00: Vincente preliminare 2-Pescara

31/5/2016 – 20.30: Pescara-Vincente preliminare 2

01/6/2016 – 20.30: Trapani-Vincente preliminare 1

 

FINALE

 

05/6/2016 – 20.30: Vincente semifinale 2-Vincente semifinale 1

09/6/2016 – 20.30: Vincente semifinale 1-Vincente semifinale 2

Articolo precedente
Conti-Day in diretta su Videolina
Prossimo articolo
Serie B, il valzer delle panchine: il Perugia ha scelto Bucchi, Bisoli verso Ascoli