Serie B, a 4 giornate dalla fine tutto da decidere o quasi: tornano Cittadella e Spal

© foto www.imagephotoagency.it

Il campionato di Serie B si fa sempre più avvincente, con le ultime quattro giornate da disputare che decideranno promozioni, retrocessioni e spareggi playoff/playout. Dopo le gare giocate ieri, manca un solo punto al Crotone per centrare la matematica promozione in Serie A: un traguardo storico per la squadra di Ivan Juric, che si avvia anche alla vittoria del campionato davanti a un Cagliari che dopo aver concluso da campione d’inverno la prima parte della stagione ha dovuto scontrarsi con una crisi primaverile che ne ha rallentato la corsa. La squadra di Rastelli fallisce il primo match-ball casalingo pareggiando 1-1 col Lanciano, ma conserva ancora 8 punti di vantaggio sul terzo posto ora occupato dal Trapani. Ai rossoblu bastano 4 punti nelle ultime 4 partite per conquistare il ritorno in Serie A: l’obiettivo potrebbe essere centrato già la settimana prossima, qualora dovessero superare il Livorno al Sant’Elia e in caso di contemporanea frenata di Trapani, Bari e Pescara

 

In zona playoff sembrano essersi delineate le gerarchie, con il sorprendente Trapani di Serse Cosmi capace di centrare 8 vittorie consecutive e soffiare il terzo posto al Bari, che rallenta in casa con il Modena. Anche Pescara, Spezia Cesena sembrano sicure di un posto agli spareggi per la Serie A, ma non sono escluse sorprese: il Novara chiude il gruppo con 57 punti al pari di un Entella che oggi resterebbe fuori a causa della peggiore differenza reti, ma la lotta resta aperta fino agli ultimi 90′. 

 

In zona retrocessione è ormai a un passo dalla matematica il Como, fanalino di coda con ben 7 punti di distacco dalla penultima e 11 sulla quota salvezza. Con 12 punti a disposizione, l’impresa sembra a dir poco impossibile. Lo scontro diretto in programma nel pomeriggio tra Salernitana Livorno dirà molto sulle chance di permanenza delle due squadre nel campionato cadetto: campani e toscani occupano rispettivamente il terz’ultimo e il penultimo posto con un solo punto di distacco. Chi perde avrà un piede e mezzo in Lega Pro. Da stabilire anche le contendenti ai playout per l’ultima retrocessione, con 5 squadre raccolte nel giro di 3 punti: il Lanciano è scivolato al quart’ultimo posto dopo la nuova penalizzazione ma anche ieri ha lanciato segnali positivi mettendo in difficoltà il Cagliari. Nel gruppo anche ModenaLatinaVicenza Pro Vercelli

 

Se il campionato cadetto vive ancora nell’incertezza, confermando la sua fama di torneo difficile e ricco di sorprese, i primi verdetti arrivano invece dalla Lega Pro, dove hanno centrato la promozione diretta Cittadella Spal. I veneti hanno conquistato il ritorno in Serie B dopo appena una stagione già la settimana scorsa grazie alla vittoria per 3-1 sul Pordenone, dopo aver comandato il Girone A. Ancor più grande l’impresa centrata ieri dalla Spal, che torna tra i cadetti a distanza di ben 23 anni. La squadra di Ferrara pareggia 1-1 con l’Arezzo al termine di un’intera stagione passata in testa alla classifica del Girone B con 20 vittorie, 8 pareggi e 4 sconfitte. 

Articolo precedente
Cagliari, per la matematica mancano ancora quattro punti
Prossimo articolo
Il Cagliari fatica ma vede la Serie A: un cammino in linea con i precedenti