Connettiti con noi

Hanno Detto

Semplici:«Gara perfetta. Il rigore annullato? Se voi non avete chiara l’immagine significa che non c’è stato contatto»

Pubblicato

su

Le parole del tecnico del Cagliari Leonardo Semplici al termine della partita contro il Benevento al Vigorito

L’allenatore del Cagliari Leonardo Semplici ha parlato ai microfoni di Skysport al termine della partita e della strabiliante vittoria contro il Benevento. I rossoblù portano a casa altri tre punti e con essi una buona parte della lotta salvezza. Ecco le parole del tecnico toscano.

LA VITTORIA DELLA SALVEZZA – «È una vittoria importante in un campo difficile. Siamo partiti bene, segnando un gol su schema da calcio d’angolo, poi dopo il gol del pareggio ci siamo intimoriti, abbiamo rischiato, il Benevento ha costruito altre palle gol, è stato bravo il nostro portiere. Nella ripresa ci siamo espressi meglio, col cambio del modulo la squadra è stata più aggressiva e compatta, con personalità ha creato i presupposti per vincerla. Era la partita che volevamo, la gara perfetta con una grande prestazione. Complimenti ai ragazzi che non hanno mai mollato ma la salvezza è ancora da raggiungere».

RIGORE ANNULLATO AI SANNITI- «Abbiamo rischiato varie volte e con il cambio modulo ci siamo espressi meglio. Abbiamo meritato la vittoria. Il rigore? Dalla panchina sembrava così ma ora non saprei dirlo. Se alla seconda veduta non era chiara, posso capire che non ci sia nessun contatto. Io non posso fare l’arbitro, se ha giudicato così, significa che il contatto non c’è stato, Doveri è uno dei migliori arbitri».

PRIMO TEMPO SOFFERTO MA AL SECONDO … – «Siamo stati più aggressivi e abbiamo preso in mano la partita limitando i giocatori del Benevento e sfruttando bene, nostra favori gli episodi e le giocate. I ragazzi ci hanno permesso tutto questo, non siamo arrivati al traguardo ma se prima se ci credevamo ora vogliamo arrivare fino in fondo».

I MERITI DI SEMPLICI – «Alla squadra mancava l’aspetto caratteriale, non si poteva dare questo tipo di mentalità. La squadra ha capito cosa non andava, siamo cresciuti, siamo migliorati e abbiamo fatto il grande salto di qualità. La tecnica c’è sempre stata ma si faceva fatica a tirarla fuori».

VERSO IL MATCH CONTRO LA FIORENTINA – «Non dobbiamo buttare via quanto fatto finora. Stasera ci godiamo la gioia per la vittoria di oggi, ma poi concentriamoci subito su una partita importante come quella di mercoledì contro la Fiorentina. Per la salvezza matematica mancano ancora punti».

 

Advertisement