Sant’Elia, Zedda: “Anche il Cagliari potrà chiedere l’utilizzo dell’impianto”

© foto www.imagephotoagency.it

Il sindaco di Cagliari, Massimo Zedda ha risposto alla domanda da parte dell’Idv sulla possibile riapertura dello stadio Sant’Elia: “Sì al Cagliari al Sant’Elia ma solo dopo la fine delle vicende giudiziarie”. Il Sindaco fa sapere che “dopo l’accertamento tecnico, tutte le squadre, compreso il Cagliari calcio, potranno fare richiesta di utilizzo dello stadio. Abbiamo già avuto diverse domande da parte di altre società sportive e di spettacolo. Ricordo che al momento non si possono aprire i cancelli dello stadio, perchè proprio lo stesso Cagliari ha impugnato una nostora determinazione sull’impianto di via Vespucci. Il primo cittadino cagliaritano fa poi un passo indietro parlando della scorsa stagione, quando la società di viale La Playa decise per l’esilio a Trieste, dopo che il Sant’Elia era stato dichiarato inagibile per due settori su quattro. “Era giovedì – ricorda Zedda – e avevamo appena firmato un documento per poter continuare a giocare a Sant’Elia. Il giorno successivo leggo dai giornali che il Cagliari va a giocare al “Nereo Rocco”: ribadisco che noi non abbiamo mandato via nessuno. Il Cagliari ci aveva portato in Tribunale sui pagamenti del canone annuale. Il Giudice però ha dato a noi ragione e da lì è iniziato il pignoramento dei diritti televisivi Sky. Ora ricordo che i rossoblu ci chiedono 25 milioni per i lavori di manutenzione. C’è ancora una scritta “Venezia..”, più una parolaccia. Da quanti anni quella squadra non gioca in Sardegna? Forse – dichiara infine Zedda – abbiamo da ridire su queste manutenzioni”. Le parole riportate dall’edizione online dell’Unione Sarda.

 

 

Articolo precedente
Is Arenas, ‘superprefetto’ Serra fiducioso: “Soluzione urgente, certo che la troveremo presto”
Prossimo articolo
Sampdoria, Gastaldello: “A Cagliari non sarà una passeggiata”