Ruocco (CTS): «La quarantena resta ma il dialogo è aperto»

© foto Db Reggio Emilia 09/03/2020 - campionato di calcio serie A / Sassuolo-Brescia / foto Daniele Buffa/Image Sport nella foto: controlli Coronavirus Covid 19 termoscanner

Giuseppe Ruocco, membro del CTS e segretario generale del Ministero della Salute ha parlato della ripresa del calcio

Giuseppe Ruocco, membro del Comitato tecnico-scientifico e segretario generale del Ministero della Salute, ha parlato della ripresa del calcio. Queste le sue parole a Radio Punto Nuovo:

QUARANTENA – «Si è discusso della riduzione della quarantena del contagiato, ma siccome è un mondo molto importante, le norme di prudenza sono per ora tutte da applicare. Mi rendo conto che potrebbero essere viste come un cappio, che è vista con difficoltà la fine del campionato. La cosa positiva è che il CTS continua a riunirsi, il dialogo è aperto, il Ministro Spadafora è aperto a qualsiasi tipo di ragionamento. Si potrebbe ipotizzare più avanti – in caso di curva epidemiologica favorevole – di andare anche verso altre aperture».

APERTURE STADI – «L’apertura degli stadi non è esclusa al 100%, si può ragionare con tutte le misure di sicurezza del caso. C’è da chiarire che il CTS non prende decisioni, questo compete al Governo. Tutto è accoglibile nell’ambito del ragionamento scientifico, quindi penso che anche una qualsiasi organizzazione si può rivolgere al CTS che ha una propria segreteria».