Rossoblù in prestito: la stagione di Benedetti

© foto www.imagephotoagency.it

Terminata la stagione, è tempo di bilanci anche per i rossoblù in prestito. Tra gli avversari del Cagliari nella stagione conclusa c’era anche Simone Benedetti, difensore ceduto in prestito con diritto di riscatto alla Virtus Entella nel mercato di gennaio.

 

Arrivato al Cagliari nell’estate 2014, Benedetti era stato ceduto in prestito al Bari da gennaio a giugno 2015. Nell’estate dello stesso anno è tornato in rossoblù per fine prestito. Il centrale piemontese ha militato nel girone d’andata nella squadra sarda, prima di essere nuovamente ceduto in prestito a metà campionato, questa volta alla Virtus Entella. Appena tre le presenze collezionate in campionato con la maglia del Cagliari, tutte nei finali di gara. In Coppa Italia, invece, ha messo insieme due gettoni da titolare nelle gare contro Sassuolo ed Inter (a “San Siro” addirittura con la fascia di capitano al braccio). L’avventura in Liguria con la maglia dell’Entella non è diversa da quella al Cagliari, almeno all’inizio: il centrale difensivo inanella 7 panchine di fila prima di trovare il campo: gioca tutti i 90’ della trasferta di Livorno rendendosi autore di una gara senza particolari sbavature. Dopo altre quattro panchine di fila ed un’apparizione nel finale di Entella-Modena, il tecnico dei Diavoli Neri lo ripropone nell’11 iniziale nella trasferta di Latina e Benedetti ripaga la fiducia di Aglietti con una prestazione all’altezza. Chiude la stagione in crescendo accumulando 246’ sui 270’ disponibili nelle ultime tre giornate. Chiuso da Capuano, Ceppitelli, Salamon e Krajnc in rossoblù, il difensore centrale ha trovato maggiore spazio a Chiavari nella seconda parte di stagione senza però riuscire a guadagnarsi il posto fisso nello scacchiere dei liguri.

Articolo precedente
Cagliari, parte oggi la vendita libera degli abbonamenti
Prossimo articolo
Cagliari, Colombi sempre più vicino al Carpi