Romagna: «Cagliari a Firenze alla ricerca della continuità»

romagna
© foto www.imagephotoagency.it

Rientrato in Sardegna dopo aver giocato due amichevoli con l’Italia Under 21, Filippo Romagna si focalizza ora sulla Fiorentina: «Quella contro i viola sarà una partita difficile»

Subito titolare in avvio di stagione, Filippo Romagna ha rifiatato contro Sampdoria e Inter, ma si è poi ripreso la scena in occasione del match interno col Bologna. Ora il centrale difensivo guarda già al prossimo appuntamento esterno dei rossoblù: «Domenica – racconta il classe ’97 ai microfoni de “Il Cagliari in diretta” su Radiolinaaffronteremo la Fiorentina, una squadra molto forte. È una formazione giovane, con tanti italiani. Tra questi c’è Biraghi, un ottimo giocatore. Ha qualità, un buon piede e tira bene le punizioni. Quella del Franchi sarà una partita molto difficile. Noi proveremo a portare a casa i tre punti, vogliamo dare continuità alla vittoria sul Bologna».

Quando si parla di CagliariFiorentina non si può non ricordare Astori. «Ho sentito tanto parlare di Davide. Ha giocato parecchi anni a Cagliari, qui ha lasciato il segno. Il giorno della tragedia scrissi un messaggio al ds Rossi. Gli dissi che non me la sentivo più di indossare la maglia numero 13 per rispetto nei confronti di Astori. Il 56? L’ho scelto per mio padre, lui è un punto di riferimento».

Romagna è al secondo campionato sull’isola. «Prima di arrivare in Sardegna ho giocato un anno in B prima a Novara poi a Brescia. Al termine di quella stagione è arrivata la chiamata del Cagliari. Conoscevo già Barella, che ha giocato con me nelle Nazionali giovanili. Nicolò mi ha consigliato di venire e ho accettato subito. Sono felice della scelta fatta, qui a Cagliari mi sto trovando benissimo. Ho legato tanto con Faragò, Padoin, Cragno e Andreolli. Con Paolo ho giocato anche a Novara, poi ci siamo ritrovati in rossoblù». Non solo il capoluogo, il difensore ha già avuto modo di scoprire il territorio sardo. «Quest’estate ho girato un po’ l’isola, mi ha colpito Cala Goloritzé».

Il Cagliari punta a confermarsi in Serie A. «Il nostro obiettivo primario è la salvezza. Proveremo a raggiungerla il prima possibile, poi vedremo». Dalle prestazioni con l’undici di Maran passano anche le chance azzurre del numero 56. «La Nazionale? Mi piacerebbe arrivarci, per ora però penso all’Under 21».

Articolo precedente
barella cagliariCalciomercato Cagliari, tutti in fila per Barella
Prossimo articolo
Pioli: «Contro il Cagliari sarà una gara particolare»