Ripresa Serie A, i quattro nodi intrecciati del calcio

cagliari ripresa serie a
© foto www.imagephotoagency.it

Ripresa Serie A, rimangono quattro nodi intrecciati da sciogliere: date per la ripartenza, contratti, rapporto con le tv e con le televisioni

La prossima settimana, a meno di intoppi, il calcio italiano tornerà a vedere la luce. Giovedì 28 il ministro Spadafora incontrerà Figc e Lega e, nell’occasione, dovrebbe essere fissata una data per la ripresa del campionato di Serie A. I nodi da sciogliere però sono ancora tanti, almeno un paio dei quali sono fondamentali. Tanto per cominciare, deve essere varato un protocollo destinato a regolamentare la fase delle partite. Inoltre, occorrerà trovare un modo per gestire il prolungamento dei contratti e dei prestiti in scadenza al 30 giugno, visto che la stagione è stata allungata di altri due mesi, come scrive Il Corriere dello Sport.

Sul tavolo, peraltro, ci sono ancora questioni aperte, come il taglio degli stipendi (solo alcuni club hanno già raggiunto accordi interni), e come i rapporti con i broadcaster, che hanno scelto di non pagare l’ultima rata dei diritti. Martedì ci sarà un Consiglio di Lega durante il quale si valuteranno gli scenari preventivi a seconda di quando riprenderà la Serie A: potrebbe essere il 13 o il 20 giugno. Per venerdì invece dovrebbe essere convocata un’Assemblea di Lega per discutere di play-off/play-out, così da arrivare preparati quando l’argomento verrà affrontato con Gravina.