Rastelli: «Cagliari, continuiamo con questa mentalità»

rastelli
© foto CagliariNews24.com

Secondo successo stagionale per i rossoblù di Massimo Rastelli. Il tecnico ha parlato al termine di Spal-Cagliari

Passato dalla zona mista del Mazza, Massimo Rastelli ha analizzato ai microfoni di Rai 2 il successo dei rossoblù sulla Spal: «Dobbiamo continuare con questa mentalità. Siamo consapevoli di avere due anni di lavoro importante alle spalle, stiamo continuando a crescere. La scorsa stagione siamo arrivati undicesimi, ma sono arrivate tante sconfitte in trasferta. Oggi abbiamo fatto bene, la vittoria del Cagliari non è mai stata in discussione. Alla vigilia si è parlato tantissimo di Borriello, noi però pensiamo al presente. Al posto di Marco è arrivato Pavoletti, un attaccante che ha grandi doti. Leonardo ha già capito qual è lo spirito giusto».

PUNTI DOPPI – Più articolata l’analisi svolta da Rastelli attraverso le pagine del sito ufficiale del club, a partire dal peso specifico del risultato odierno: «Era una di quelle quattro-cinque partite chiave che capitano nell’arco di una stagione, la prima di un trittico di tre gare in una settimana. Punti doppi che abbiamo portato a casa con una prova di carattere, soffrendo solo negli ultimi minuti del primo tempo e nei primi della ripresa. Abbiamo tenuto bene la gestione del pallone e nel finale abbiamo legittimato. Se proprio devo muovere un rimprovero ai ragazzi è proprio quello di non avere chiuso definitivamente la partita: poteva bastare poco per riaprirla e soffrire nel finale. Fortunatamente è stato bravissimo Cragno. Tutta la settimana l’avevamo preparata così, con continui due contro due a  tamponare i loro esterni. La squadra ha giocato a calcio: quando si vede uno come Pavoletti che al 93’ compie un recupero importante al limite dell’area vuol dire che tutti hanno capito lo spirito giusto, anche se non siamo ancora al cento per cento». Non mancano i giudizi sui marcatori di giornata, Barella e Joao Pedro: «Da Nicolò mi aspetto almeno quattro o cinque gol l’anno, oltre alla qualità e alla quantità: ne ha già messo a segno uno. Joao ha questi numeri: ogni tanto gli manca lucidità ma è normale, fa un lavoro di raccordo tra centrocampo e attacco senza potersi permettere di respirare».

CAMBI IN VISTA – Guardando già all’impegno di mercoledì alla Sardegna Arena contro il Sassuolo, Rastelli non nasconde di prevedere un certo turnover, anche considerando che siamo solo all’inizio di una settimana da tre partite in otto giorni: «Qualcosina cambierò senza stravolgere troppo. Ho in testa cosa fare, ma faremo la conta, valuteremo e prenderò atto della condizione di tutti per effettuare eventuali modifiche».

Articolo precedente
Spal-Cagliari 0-2, pagelle e tabellino
Prossimo articolo
joao pedro cagliariSpal-Cagliari, le pagelle: Cragno, Joao Pedro e Barella sugli scudi