Pro Vercelli, Foscarini: «Cagliari miglior squadra della B ma vogliamo chiudere bene»

© foto www.imagephotoagency.it

La Pro Vercelli ha svolto questa mattina la rifinitura in vista della gara casalinga contro il Cagliari. Dopo la seduta di allenamento, il tecnico dei Leoni Claudio Foscarini ha raggiunto la sala stampa per la consueta conferenza della vigilia. «Stiamo bene, anche se abbiamo avuto qualche acciacco in settimana», le parole del tecnico  riportate da magicapro.it. «Marchi ha una piccola sciatalgia, domani valuteremo se sarà della partita. Forte ha un piccolo stiramento e non sarà convocato. Mammarella e Mustacchio sono recuperati, mentre Scavone ha avuto un piccolo contrattempo stamattina; gli altri sono tutti convocati. Pigliacelli? Tornerà lui, mi aveva fatto arrabbiare ma ho voltato pagina: è un bravo ragazzo, ha capito la lezione».

 

LA PARTITA – «Siamo arrivati alla fine, ci siamo preparati bene per scrivere l’ultima pagina di questo bel libro. Domani affronteremo il Cagliari, la miglior squadra del campionato: loro saranno motivatissimi, noi ancora di più. Noi abbiamo due grandi motivazioni: centrare la salvezza matematicamente e chiudere nel modo migliore il campionato davanti ai nostri tifosi. Non fa mai piacere chiudere con una brutta prestazione in casa. Domani mi aspetto uno stadio pieno, con una coreografia bellissima: non può che farci piacere la vicinanza della nostra gente».

 

LA STAGIONE – «Abbiamo avuto alti e bassi, ma ci siamo sempre rialzarsi anche dopo i momenti di difficoltà: sono soddisfatto del campionato della mia squadra».

 

LA SERIE B – «Sono da tanti anni in Serie B, e ogni anno c’è sempre un finale rocambolesco: la Lega ha fatto un ottimo lavoro per dargli maggior visibilità. Rispetto agli altri, è più intrigante: ma noi abbiamo la necessità di fare la nostra partita, non ci interessiamo di quello che succede all’esterno. La formula della Serie B è molto intrigante, fino all’ultima giornata non si delineano le posizioni finali. Non c’è mai un abisso tra le zone playoff e retrocessione. Per questo possiamo definire questo campionato quello delle sorprese: lo dimostrano Carpi, Frosinone, Crotone. Chi dà continuità riesce a compiere grandi imprese, anche non avendo grandissimi valori tecnici. Credo che la Virtus Entella sia favorita per centrare l’obiettivo, la posizione in classifica è vantaggiosa rispetto a quella del Novara».

Articolo precedente
Rastelli: «In campo il miglior Cagliari, vogliamo entrare nella storia»
Prossimo articolo
B Italia, il giovane rossoblù Daga in campo nella sconfitta contro il Napoli