Nicola Murru – I pagelloni di CagliariNews24

© foto www.imagephotoagency.it

A vent’anni non dev’essere facile portare sulle spalle il peso di una dolorosa retrocessione. Nicola Murru, sardo doc cresciuto nelle giovanili rossoblù, lo ha fatto e oggi, a un anno di distanza, può finalmente festeggiare il ritorno del suo Cagliari in Serie A.

 

La stagione cadetta del terzino selargino inizia però con il freno a mano tirato. Dopo aver saltato la prima giornata per impegni con l’Under 21, il classe ’94 incappa in una gara-no contro la Ternana. Nonostante qualche sbavatura, mister Rastelli, che di tanto in tanto lo alterna con il più giovane Barreca, non esita a puntare su di lui. La palla passa al campo e Murru non tradisce la fiducia riposta dal tecnico. Tra i protagonisti del tour de force tra fine ottobre e inizio dicembre, il numero 29 confeziona in Cagliari-Vicenza il suo primo assist stagionale. A beneficiarne è il compagno di reparto Ceppitelli, bravo a sbloccare con un colpo di testa una gara che fino a quel momento aveva offerto ben pochi spunti.

 

È però ad aprile che il terzino sinistro sale in cattedra, mettendosi in luce in un Cagliari meno arrembante rispetto a quello ammirato fino poche settimane prima. Contro il Brescia si procura un calcio di rigore poi trasformato da Joao Pedro, penalty che arriva da un suo spunto nella trequarti campo avversaria anche nella gara pareggiata al Sant’Elia contro il Livorno. La valutazione del campionato di Murru non può che essere positiva. La Serie B è servita a ridare al difensore cagliaritano le certezze che erano venute meno con la retrocessione della passata stagione.

 

VOTO: 6.5

Articolo precedente
Svezia-Slovenia, il rossoblù Krajnc in campo per tutta la gara
Prossimo articolo
Cossu: «Conti Day un’emozione per tutti. Olbia? Ho ancora voglia di giocare e divertirmi»