Nenè, il bomber del pre-campionato

© foto www.imagephotoagency.it

E pensare che questo pre-campionato non l’avrebbe neanche dovuto fare con il Cagliari. Invece Miguel Anderson da Silva è la piacevole scoperta di un’estate resa insopportabile da voci di mercato e vicenda stadio. Sette le reti messe a segno dal brasiliano nelle cinque amichevoli giocate finora dalla banda di Lopez, sette ben distribuite in tutti i match: doppietta al Sappada e al Friuli, un gol a testa per Tamai, Olbia e GFC Ajaccio. Per il capocannoniere rossoblù estivo è un ottimo bottino, che dà morale al giocatore e buone speranze ai tifosi di rivedere il “vero Nenè nella prossima stagione. Dopo l’infortunio di Bologna nel 2011, l’attaccante non è mai riuscito a ripetere le prime stagioni, che avevano fatto sognare i rossoblù, su tutti ricordiamo con piacere il magnifico gol a Buffon. Qualche sprazzo si è visto con l’avvento di Pulga e Lopez in panchina anche nella scorsa stagione, ma l’ex Nacional Madeira ha brillato solo nella partita con il Siena, dove ha messo a segno una bellissima doppietta, seguita da una nuova involuzione, che gli hanno portato a chiudere l’annata 2012/13 con appena 3 gol in 22 partite.

La società ha deciso di dargli comunque fiducia: via le voci di un approdo a Bologna e conferma in Sardegna per un altro anno, con il rinnovo del contratto in scadenza. Al momento, Nenè sta ripagando la fiducia al meglio, dimostrando che, nonostante tutto, può e potrà rivelarsi utile anche alla causa futura del Cagliari. La voglia del giocatore c’è, determinato nel post-partita con l’Ajaccio, adesso spetterà al campo parlare

Articolo precedente
Nenè: «Mi alleno costantemente per tornare ad essere quello che sono»
Prossimo articolo
E se Cellino davvero non smontasse la squadra?