Moriero: «Cagliari, salvarsi non è un’impresa impossibile»

moriero
© foto www.imagephotoagency.it

La ricetta di Moriero per raggiungere la salvezza: «Giocatori e tifosi lottino insieme»

Dopo aver mosso i primi passi nel suo Lecce, Francesco Moriero si è consacrato a Cagliari nel biennio 1992-94. Ora l’ex centrocampista allena la Sambenedettese, ma non ha dimenticato i colori rossoblù. Il tecnico pugliese ha parlato della volata salvezza dei sardi ai microfoni di Sky Sport: «Affrontare squadre che ambiscono a qualificarsi alle coppe europee deve essere uno stimolo per i giocatori. Il pubblico sardo è fantastico. Arrivai a Cagliari nel ’92, quell’anno ci qualificammo in Coppa Uefa. Quando giocavo i tifosi facevano la differenza. Ora giocatori e tifosi ora devono lottare insieme per raggiungere la salvezza. Salvarsi non è un’impresa, ma ci sarà da soffrire fino alla fine. Cagliari è una città che vive di calcio. I tifosi tengono tanto ai colori rossoblù e ai giocatori».

Articolo precedente
miangue cagliariCagliari, allenamento personalizzato per Miangue, Pisacane e Romagna
Prossimo articolo
Roma al lavoro in vista di Cagliari, differenziato per quattro