Connettiti con noi

Hanno Detto

Mazzarri:«Impariamo a essere più cattivi anche con le squadre più “normali”»

Pubblicato

su

Le dichiarazioni del tecnico del Cagliari Walter Mazzarri al termine della partita con l’Atalanta

Il Cagliari esce sconfitto dalla sua casa, dall’Unipol Domus ma risponde positivamente alle difficoltà poste dall’Atalanta. Ecco le dichiarazioni del tecnico rossoblù Walter Mazzarri ai microfoni di Dazn.

PRESTAZIONE – «Cosa manca? È quello che sto chiedendo a quel Signore in alto. La classifica è meglio non guardarla ma con prestazioni del genere dispiace non fare punti. Se continuiamo a giocare con questa abnegazione e con ragazzi che hanno dato anima e creato occasioni, possiamo andare avanti. Dispiace, dispiace anche a me che non sono abituato a non raccogliere punti. Bisogna lavorare sul fatto che anche con squadre più “normali” si debba mostrare carattere. Deve esserci sempre questa concentrazione, questa cattiveria agonistica».

JP E NANDEZ – «Oggi, con una squadra come l’Atalanta, se riesci a non dare punti di riferimenti puoi trovare spunti per giocare. Nandez oggi doveva stare più vicino a Joao, hanno fatto cose giuste e qualche errore».

ALZARE IL BARICENTRO MA PER POCO – «Chi segue il Cagliari sa che tra infortuni e gare ravvicinate, il pressing così alto per 90 minuti è molto difficile da tenere. Dipende anche da uniformità di condizione. Di più non si può fare, noi ci troviamo a fare i conti ogni giorno con questi problemi»