Connettiti con noi

Hanno Detto

Mazzarri: «Due punti persi. Ritardo di condizione? Non è colpa di Semplici»

Pubblicato

su

Le dichiarazioni di Walter Mazzarri al termine del match dell’Unipol Domus che ha visto contrapposti Cagliari e Venezia

Un compleanno amaro quello di Walter Mazzarri che vedeva nel match contro il Venezia l’occasione giusta per festeggiare i suoi 60 anni e la prima vittoria dei rossoblù in casa. Al 92′ ecco la beffa. Una distrazione dei sardi permette agli ospiti di pareggiare i conti e di mettere in tasca un punto. Per i lagunari un pareggio importante, per il Cagliari un risultato che a livello di classifica inizia a pesare.

Ecco le dichiarazioni rilasciate dal tecnico toscano ai microfoni di Sky.

BUON COMPLEANNO AMARO – «Vi ringrazio, ci siamo fatti il gol da soli a due minuti alla fine. Al 70′ dovevamo chiuderla e se non la chiudi succedono queste cose. Siamo stati penalizzati da questa ingenuità finale, era un tiro parabile deviato da Marin».

APPROCCIO – «Ho cercato di portare ottimismo, infatti i ragazzi sono partiti forti. Abbiamo speso moltissimo col pressing, loro sono stati bravi a farci spendere tanto col possesso. Bisogna essere bravi anche noi a rifiatare girando il pallone, quando vai in vantaggio devi gestire meglio il pallone. Mentre ora abbiamo voglia di spaccare il mondo, in casa soprattutto. Nel secondo tempo con due tre ripartenze andava chiusa, siamo stati anche sfortunati sul palo di Marin. È un anno e mezzo che i ragazzi vivono le sconfitte in questo modo. Ora c’è la sosta e tanti partono. Ora diranno che mi attacco alle cose, ma Dalbert, Ceppitelli e Walukiewicz avrebbero fatto comodo».

ASSENZA REGISTA – «Marin può giocare anche davanti alla difesa. Tutta la squadra dovrebbe fare uniformità di preparazione atletica. Keita e Caceres sono arrivati dopo. Valuterò quando avrò tutti gli effettivi a disposizione. Ho fatto due allenamento in 15 giorni e devo vedere per capire cosa serve e cosa no».

RITARDO CONDIZIONE – «Rispetto chi c’era prima, ci sono state altre cose, molti sono arrivati dopo. Anche Godin e Strootman sono stati fermi 10 giorni e hanno una struttura. Ma Semplici non c’entra nulla».

DUE PUNTI PERSI – «In 15 minuti ci hanno creato qualche problema nel secondo tempo sulla sinistra, ma la partita era congelata. Potevamo chiuderla, ma la partita è stata positiva. Abbiamo perso due punti da soli, abbiamo pagato un’ingenuità. Questi tre punti sarebbero stati oro».

NANDEZ – «Nandez può giocare da tutte le parti, è pericoloso ovunque tu lo metta. Vediamo di partita in partita, oggi stava a sinistra ad esempio».

PRIMO TEMPO – «Oggi la squadra ha fatto un bel primo tempo, meritavamo il pareggio vista la nostra crescita. C’è stata una distrazione, un’ingenuità, dovevamo chiuderla prima».