Marino: «Non potevamo lasciarci sfuggire Ragatzu»

ragatzu cagliari
© foto 10-11-2019 Cagliari, Calcio Serie A 2019/20, Sardegna Arena, Cagliari vs Fiorentina. Foto Gianluca Zuddas per Cagliarinews24.com. Nella foto: Ragatzu

Il Presidente dell’Olbia Alessandro Marino osanna Daniele Ragatzu, già convocato per la gara di oggi contro la Pergolettese

Daniele Ragatzu riparte dall’Olbia e pare che già da oggi sia destinato a scendere in campo e a fare la differenza nel match contro la Pergolettese. Il fantasista quartese, rimasto svincolato dopo la passata stagione in rossoblù dove non ha avuto abbastanza occasioni per guadagnarsi un posto da titolare, ha scelto di indossare nuovamente, dopo tre anni, la maglia bianca.

LE PAROLE DEL PRESIDENTE MARINO – «Daniele è tornato non per colmare lacune nel reparto offensivo ma perché si è creata l’occasione e noi non ce la siamo lasciata sfuggire. Olbia è casa sua, è qui che Daniele ha dato di più. Sapevo che prima o poi sarebbe tornato ma doveva essere una sua scelta». L’attaccante classe 1991 era corteggiato anche da due squadre di Serie C, Modena e Arezzo ma alla fine la Lega Pro e la possibilità di stare più vicino alla sua famiglia hanno prevalso su tutto.

RAGATZU – Durante la sua presentazione, Ragatzu ha dichiarato: «Sono tornato per aiutare una buona squadra che ha già dei giocatori importanti e un allenatore che sa il fatto suo. Sono a completa disposizione del mister Canzi. Sì, è vero, c’era la possibilità di andare altrove ma Olbia è sempre rimasta in cima alla lista. In questi mesi mi sono allenato con l’aiuto della mia famiglia. Non provo amarezza, rispetto le scelte della società ma sono un po’ deluso per come è finita con il Cagliari».

SI RIPARTE DA OGGI – L‘Olbia di Max Canzi non si trova in una situazione positiva: è a secco di vittorie e ha un assoluto bisogno di andare a segno. Ecco che oggi Daniele Ragatzu potrebbe avere la possibilità di riscattarsi, di scendere in campo e di dare alla sua squadra una nuova carica. Per quanto riguarda i suoi compagni e le altre squadre El Pibe di Quartu non ha dubbi: «Non giudico le prestazioni degli altri giocatori. Per cambiare rotta basta una partita. La concorrenza? Credo nella qualità: più se ne ha, meglio è ».

SIAMO ANCHE SU INSTAGRAM: SEGUICI!