Connettiti con noi

Hanno Detto

Lotta salvezza, Criscito: «Non mi sembrava il caso di lasciare la squadra in queste condizioni»

Pubblicato

su

Domenico Criscito, difensore del Genoa, ha parlato ai microfoni de La Gazzetta dello Sport delle sue ultime sfide e della salvezza

Domenico Criscito, difensore del Genoa, ha parlato ai microfoni de La Gazzetta dello Sport delle sue ultime sfide e della salvezza. Le sue dichiarazioni:

EPISODI – «Durissima. Quello nel derby è un errore che mi porterò per sempre dentro. Contro la Juve ho solo pensato di prendere il pallone e segnare. Famiglia? La mia famiglia mi ha aiutato tanto. Solo mia moglie e di ragazzi sanno come io mi senta quando perdo e questa settimana sono stati fantastici, soprattutto mia moglie Pamela. Mi ritengo fortunato ad avere incontrato una donna come lei. Io la reputo come la cosa più importante del mondo. È la mia forza. Devo tanto a mia moglie e ai miei figli. Nei momenti difficili cerco di non farmi vedere nervoso da loro, anche se a volte è difficile e soprattutto Pamela sa quanto io soffra. Ma è brava a sopportarmi e supportarmi». 

GENOA – «Sono tornato dopo sette anni e quest’anno ho ricevuto un’offerta dal Toronto, ma non mi sembrava il caso di abbandonare la squadra in queste condizioni. Poi infortuni vari mi hanno fermato e mi è dispiaciuto tantissimo non aver potuto aiutare i miei compagni in tante partite»

TIFOSI – «La gradinata Nord è semplicemente unica. Credo che le tifoserie di tutto il mondo dovrebbero prenderla da esempio. Nonostante le difficoltà, i nostri tifosi ci sono sempre stati vicini, con la Juve così come tutto l’anno. Bisogna solo dire grazie per quello che fanno per noi»

Advertisement