Lopez sfida il “maestro”: «Ho imparato tanto da Giampaolo»

© foto CagliariNews24

In un’intervista del 2013 Diego Lopez disse di aver imparato tanto da Marco Giampaolo, suo allenatore a Cagliari tra il 2006 e il 2006. L’uruguaiano ritroverà il suo maestro sabato alla Sardegna Arena nella sfida contro la Sampdoria

L’allievo contro il maestro. Potrebbe essere sintetizzata così la sfida nella sfida di Cagliari-Sampdoria, in programma sabato alle 18 alla Sardegna Arena. In effetti, Marco Giampaolo ha allenato per due stagioni Diego Lopez a Cagliari, tra il 2006 e il 2007. A dire la verità, i migliori risultati il tecnico nato a Bellinzona non li ha ottenuti in Sardegna. Solo recentemente, con Empoli e la stessa Samp, è riuscito infatti a consacrarsi in Serie A. Ma quelle due stagioni, nonostante gli esoneri da parte di Cellino, sono servite a Lopez per formarsi anche come futuro allenatore.

LA DICHIARAZIONE – In un’intervista del 2013 rilasciata al Correre dello Sport, Lopez affermò: «Ho avuto per due anni Allegri, ho avuto Giampaolo: ho imparato molto». Da segnalare che nel 2013 l’attuale allenatore blucerchiato guidava in Serie B il Brescia, mentre l’uruguaiano si preparava a vivere la sua seconda stagione in A in coppia con Ivo Pulga sulla panchina rossoblù. Quattro anni dopo quelle dichiarazioni non stridono affatto, anzi, nonostante oggi il modo di giocare delle squadre di Lopez sia differente da quello di Giampaolo. Il Cagliari scenderà in campo sabato con il 3-5-2, modulo scelto per esaltare le caratteristiche dei giocatori presenti in rosa. Dall’altra parte il credo del tecnico della Sampdoria è mutato dal 4-4-2 utilizzato ai tempi in Sardegna all’attuale 4-3-1-2. Se prima le sue formazioni giocavano molto in orizzontale, oggi punta molto di più sulla verticalità. E per lui il sistema viene prima ancora dei giocatori.

PRECEDENTE – C’è solo un precedente tra Marco Giampaolo e Diego Lopez. Risale alla passata stagione, quando a febbraio l’uruguaiano pareggiò per 1-1 con il suo Palermo contro la Sampdoria. I rosanero passarono in vantaggio grazie al rigore di Nestorovski. Al 90′ però Quagliarella evitò la sconfitta, strappando il pareggio all’ultimo respiro.

Articolo precedente
Cagliari, è allarme portiere
Prossimo articolo
Cagliari, visita al carcere minorile di Quartucciu