Longo: «A Cagliari solo Zola mi ha dato fiducia, lì ho sbagliato io»

© foto www.imagephotoagency.it

Samuele Longo, 11 gol stagionali al Tenerife in Segunda Division spagnola, torna sull’esperienza al Cagliari: «Zeman non mi ha dato fiducia, Zola sì ma ho sbagliato io»

Dalla Primavera alla prima squadra, senza passare dalla cosiddetta gavetta. Un percorso che Samuele Longo ha pagato a caro prezzo, anche e soprattutto considerando che il salto dal calcio giovanile ad una squadra come l’Inter è almeno raddoppiato. Sono poi seguite le esperienze con Espanyol (dove ha siglato i primi gol da professionista), Hellas Verona, Rayo Vallecano e Cagliari. In rossoblù l’attaccante scuola Inter ha giocato 27 partite nella disastrosa – dal punto di vista personale e collettivo – stagione 2014/15. Nessun gol nell’esperienza in Sardegna, tanti errori e conseguenti critiche. Neanche una rete nell’esperienza a Frosinone dell’anno successivo, poi il ritorno – solo formale – all’Inter ed il nuovo prestito in Spagna, al Girona. Nella Segunda Division l’ex azzurrino ha trovato continuità di prestazioni e di reti: 14 in 34 presenze. Da lì la scelta di proseguire nella Serie B spagnola ma con la maglia del Tenerife, squadra con cui sinora ha segnato 11 gol in 18 presenze.

SUL CAGLIARI… – Mentre tenta di aiutare il Tenerife a risalire la classifica («l’obiettivo sono i play-off»), la punta di Valdobbiadene sogna il ritorno in una big: «Giocare in un top club sarebbe il mio sogno. Voglio essere pronto per una squadra del genere», ha spiegato al Corriere dello Sport. Longo è poi tornato sull’esperienza in Sardegna con Zeman al timone: «Lui valorizza gli attaccanti, ma a me non ha mai dato la possibilità di giocare dall’inizio. Solo con Zola l’ho avuta e ho sbagliato io». Forse per Longo quella sull’isola era la grande occasione per affermarsi in Serie A. Occasione fallita, con tante critiche ricevute. E adesso tenta la risalita personale dalla seconda divisione spagnola.

Articolo precedente
Cagliari, corsa salvezza: tre scontri diretti decisivi
Prossimo articolo
cagliariCagliari, seduta all’Arena: differenziato per Farias e Pisacane