LIVE – Sau: «Crotone forte, ma noi sappiamo ciò che dobbiamo fare. Il mercato? Non mi preoccupa»

© foto www.imagephotoagency.it

Il Cagliari è tornato a lavorare per preparare la sfida di Crotone nel posticipo della prima giornata del girone di ritorno, in programma il 18 gennaio alle 20.30. I rossoblù hanno svolto una seduta mattutina ad Asseminello. Sau assente per affaticamento. L’attaccante barbaricino si è sottoposto in mattinata ad una visita di controllo che ha avuto esito negativo: solo un sovraccarico dovuto alla ripresa degli allenamenti.

«Riprendiamo da dove ci eravamo fermati, consapevoli della nostra forza. Il fastidio avvertito ieri mi ha messo un poco in allarme, come sempre in questi casi per via dei trascorsi muscolari, ma per fortuna si tratta solo di un piccolo affaticamento. Il gruppo adesso è rilassato dopo la vacanza invernale, siamo motivati e ognuno sa quale sia l’obiettivo», l’esordio di Sau.

 

IL CROTONE – «Contro il Crotone sarà una partita di certo differente da quella dell’andata. Loro vivono un gran momento su tutti i fronti, ma ricordiamoci che è una partita come tutte le altre. Loro hanno fatto molto bene e non sono più una sorpresa, vorranno stare lassù fino alla fine ma noi conosciamo il nostro obiettivo».

 

IL MERCATO – «Eventuali voci su di me non mi sfiorano, ci sono abituato e non ci sarebbe niente di vero. Il mercato di gennaio non aiuta sempre, le squadre sono collaudate e bisogna stare attenti con gli inserimenti dei nuovi: non mi preoccupa quindi che le altre si possano buttare sul mercato. A Barella ho fatto il mio in bocca al lupo, tornerà ma giocare per un giovane è importante. La Serie A mi manca un po’, ma sono sicuro che la riconquisteremo insieme io e il Cagliari».

 

I BOMBER DELLA B – «Lapadula? Sta facendo grandi cose, è un bel giocatore ma in B ce ne sono tanti, mi viene in mente anche Vantaggiato».

 

TECNOLOGIA NEL CALCIO – «Vedendo la goal technology in A penso che farebbe comodo anche in B, ma non ripenso più alla rete non data contro il Como».
 
 
LE RIVALI – «Il Crotone pressa tanto e non ti fa giocare, cercherà di fare quel tipo di partita. Forse è la nostra vera rivale a questo punto. C’è anche il Bari anche se sta faticando, il Novara sta facendo bene ma non la vedo in cima. Vedremo fra qualche mese».

 

Articolo precedente
Ts – Cagliari, vicino l’accordo per Gazzi
Prossimo articolo
Visita ok per Dessena: «Penso solo a recuperare. Il Cagliari merita la Serie A»