Cagliari, Ceppitelli rinnova: «Convinto dal progetto, è un onore. Darò tutto per tornare in A»

© foto www.imagephotoagency.it

Il Cagliari ritrova Ceppitelli e lo blinda. Dopo il rientro dall’infortunio che gli ha permesso di ricomporre la coppia con Salamon nel cuore della retroguardia, per il difensore centrale classe ’89 arriva anche il rinnovo di contratto sino al 2020. E’ appena terminata la conferenza stampa di Ceppitelli e Capozucca (QUI le parole del ds) presso la sala stampa del centro sportivo di Asseminello.

 

Queste le dichiarazioni di Ceppitelli, motivato dalla fiducia del club e voglioso di ripagarla: «Vorrei chiarire che non ero convinto, ma volevo essere certo che ci fosse un progetto. Mi sono convinto a restare e rinnovare. Darò tutto per questa maglia per ripagare il debito e tornare in Serie A. Emergenze ne abbiamo vissute durante l’anno, quest’ultimo periodo è stato più difficile. In un campionato così lungo può capitare, l’importante è riprendersi come fatto a Vicenza. Dobbiamo riportare la nostra convinzione sul campo, è mancato solo quello. I dubbi di quest’estate? Il mio era stato un confronto per capire quale fosse il percorso migliore per la mia carriera. Alla fine ho capito che restare qua sarebbe stata la cosa giusta. Ho capito l’importanza di questa maglia, è un onore poterla indossare. Sono contento e spero di poter dare molto ancora. Rastelli ha influito molto sulle mie prestazioni. Più per un difensore che per un attaccante è importante giocare in una squadra organizzata. Lui non lascia mai nulla al caso e prepara tutti gli strumenti per preparare la partita. Mi sento pronto per la Serie A e apprezzo le parole del direttore e del presidente che vogliono puntare su di me. Krajnc? E’ un ragazzo dalle grandi qualità, ci sta un momento in cui si perde qualche sicurezza, è ancora giovane ma ci ha fatto vedere che è veramente forte. Io cerco sempre di dare tranquillità e aiutare i miei compagni in questo senso. Se questo ha portato risultati non può che rendermi felice. Noi non abbiamo titolari e riserve, chi ha sostituito Di Gennaro e Fossati fin qui l’ha fatto molto bene. Poi hanno diverse qualità, qualcuno ci aiuta più in fase difensiva altri in fase di impostazione. Il gol dell’ex di Cinelli? Posso capire che per lui è stata una sensazione contrastante, ma sono sicuro che è felicissimo perché ha segnato il suo primo gol con il Cagliari anche se un pensiero è andato ai suoi ex tifosi. Stiamo preparando la partita di Modena come tutte le altre, è importante come le prossime cinque perché possono avvicinarci alla matematica».

 

Dichiarazioni raccolte dal nostro inviato ad Assemini Roberto Carta

Articolo precedente
Ts – Idea Gasperini per il ritorno in Serie A
Prossimo articolo
Cagliari, Ceppitelli rinnova. Capozucca: «Vogliamo giocatori su cui fare affidamento per il futuro»