Lega Serie A e WeWorld insieme contro la violenza sulle donne

© foto www.imagephotoagency.it

Sabato e domenica la Serie A TIM in campo contro la violenza sulle donne. Anche Alessio Cragno ha aderito all’iniziativa sui social

Si rinnova l’impegno e la sensibilità di Lega Serie A e WeWorld verso il tema dei diritti della donne, contro ogni sopruso e violenza, tramite la quarta edizione della campagna di sensibilizzazione #UNROSSOALLAVIOLENZA. Il mondo del calcio è pronto a dare il suo contributo, per questo le gare dell’8ª Giornata di Andata della Serie A TIM 2020/2021 si coloreranno di rosso, in riferimento al cartellino rosso come gesto simbolico al fine di esorcizzare la paura che milioni di donne vivono ogni giorno.

L’INIZIATIVA – Calciatori e arbitri scenderanno sul terreno di gioco con un segno rosso sul viso, mentre i Capitani di tutte le squadre indosseranno la fascia simbolo della giornata. In tutti gli stadi sarà, inoltre, trasmesso sui maxischermi lo spot della campagna. L’iniziativa si sporta anche sul mondo dei social, con testimonianze e segnali forti tramite le foto dei calciatori insieme alle loro compagne, mogli, figlie e dai vari testimonial che dichiareranno il proprio impegno nella campagna, pubblicando una foto con il simbolo dell’iniziativa, esortando i propri followers a fare lo stesso con l’hashtag #unrossoallaviolenza. Tra questi il portiere rossoblù Alessio Cragno, che ha pubblicato una foto con la propria consorte sul suo profilo Instagram.

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Un post condiviso da Alessio Cragno (@alecragno28)

UNA SITUAZIONE DRAMMATICA – Secondo le stime, in Italia e nel mondo una donna su tre è vittima di violenza. Ogni due giorni una donna viene uccisa dal proprio partner. Preoccupa anche il fatto che tra le donne che hanno subito violenze, il 40% non ne parla con nessuno. Nel corso del 2020 la situazione è peggiorata a livello mondiale, complice anche il lockdown causato dalla pandemia. Negli scorsi mesi si sono registrati 25.000 casi in più di violenza sulla donne. Nel nostro Paese, le richieste d’aiuto sono aumentate del 119%, arrivando a toccare 128 chiamate giornaliere al numero delle pari oppurtunità, il 1522.