Latina-Cagliari, le pagelle dei rossoblu

© foto www.imagephotoagency.it

Il Cagliari non si ferma e vince anche sul campo del Latina, confermando il buon avvio in trasferta nel girone di ritorno e centrando un successo importante nella volata verso la promozione. Al Francioni i rossoblu decidono la partita in avvio di ripresa con l’uno-due firmato da Munari Melchiorri. L’attaccante poi firma la doppietta personale e chiude la gara dopo il gol del Latina firmato da Mariga. Rossoblu che confermano il primato in classifica allungando sulle inseguitrici. 

 

Storari 7,5: Poco impegnato dagli attaccanti nerazzurri, risponde alla grande quando chiamato in causa, vedi la conclusione di Boakye a metà primo tempo. Nella ripresa si ripete prima su Dumitru e poi è strepitoso nel respingere il penalty di Corvia. Non può nulla sulla conclusione deviata di Mariga, ma gran parte del merito oggi è anche suo. 
Balzano 7: Solito stantuffo sulla corsia destra, appoggia la manovra con costanza e lavora alla grande in velocità su Boakye, tra i più pericolosi dei suoi.
Salamon 6,5: Controlla la difesa con la solita autorità senza correre troppi rischi.
Ceppitelli 6,5: Altra prestazione attenta e decisa, non esita a usare anche le maniere forti per bloccare sul nascere le iniziative degli attaccanti avversari.
Barreca 7: Conferma il momento positivo, spingendo regolarmente sulla corsia sinistra e servendo l’assist a Munari.
Munari 7: Altro gol pesante dopo quello di Avellino. Nel primo tempo è un po’ troppo impreciso, nella ripresa oltre al gol è più dinamico e ordinato. (Dal 75′) Tello 6: Buon impatto sulla partita, pur senza strafare. 
Colombatto 6,5: Occasione sfruttata per il giovane regista della Primavera. Prestazione di personalità e maturità, come nel gestire una situazione non semplice come l’inesistente ammonizione rimediata dopo 20′. Bene nella gestione del pallone, cercando l’immediata verticalizzazione, anche se non sempre è preciso. (Dal 48′) Di Gennaro 6,5: Non è un caso che dopo il suo ingresso il Cagliari trovi l’uno-due che indirizza la partita. La sua qualità, alla fine, fa sempre la differenza.
Cinelli 6,5: Tanta corsa e palloni recuperati in mezzo al campo. Un po’ confusionario in avvio nella gestione del pallone, ma il Cagliari sembra aver trovato la pedina che cercava per sostituire Dessena.
Joao Pedro 6,5: Bravo ad agire tra linee e a rientrare per poi rilanciare l’azione. Serve un ottimo assist a Melchiorri per il raddoppio rossoblu, poi non trova il gol a tu per tu con Ujkani. 
Farias 5,5: Il capocannoniere rossoblu  sembra essere ritornato per un pomeriggio l’attaccante impreciso e poco cattivo della scorsa stagione. Tre occasioni, di cui due a due passi dalla porta, non sfruttate. Nella ripresa ci prova con qualche iniziativa personale e serve un buon assist non sfruttato da Melchiorri, ma è poco rispetto alle occasioni avute. (Dal 80′) Krajnc 6: Una decina di minuti per far alleggerire il compito della difesa rossoblu, si disimpegna bene. 
Melchiorri 7,5: Come contro l’Entella è  ancora lui a spaccare il match, stavolta realizzando la doppietta che decide la sfida. Prima sigla il raddoppio sull’assist di Joao Pedro, poi spegne sul nascere le speranze di rimonta dei padroni di casa. Prima, un ottimo lavoro sul fronte destro dell’attacco, servendo a Farias due assist non sfruttati.
 
 
Rastelli 7: Dopo un primo tempo dominato seppur giocato a ritmi lenti, la squadra rientra in campo con un atteggiamento più deciso e indirizza subito la partita. Un segno della capacità del tecnico di dare la scossa ai suoi nei momenti importanti della stagione. Le scelte di formazione pagano e i rossoblu portano a casa un successo preziosissimo in chiave classifica.
Articolo precedente
Latina-Cagliari 1-3, il tabellino della sfida
Prossimo articolo
Rastelli a Sky: «Vittoria importantissima, ora ci aspetta una sfida fondamentale col Pescara»