Joao Pedro: «Devo una cena a Barella. Con la Juve possiamo giocarcela»

joao pedro cagliari-milan
© foto www.imagephotoagency.it

Il trequartista brasiliano del Cagliari Joao Pedro, intervistato da La Gazzetta dello Sport, ha messo nel mirino la sfida contro la Juventus

Il primo gol ufficiale del Cagliari 2017/18 porta la firma di Joao Pedro. Il trequartista brasiliano ha segnato la rete nella gara di sabato di Coppa Italia contro il Palermo, vinta ai rigori dai rossoblù: «Segnare è sempre molto importante. Devo una cena a Barella: una palla perfetta, sapevo come sarebbe arrivata», ha dichiarato il numero 10 nell’intervista a La Gazzetta dello Sport. «Ho scelto l’angolo lontano, è andata bene. Sapevamo che sarebbe stato dura batterli, hanno l’ossatura che avevano in A. Ma volevamo passare il turno».

JUVENTUS – Ora nella testa del Cagliari e di Joao Pedro c’è l’esordio in campionato, sabato alle 18 all’Allianz Stadium di Torino contro la Juventus campione in carica: «Sappiamo cosa valgono, ma loro sanno che il Cagliari va rispettato. Con umiltà, abbiamo soluzioni e idee che possono far male. Siamo al 70 per cento, stiamo crescendo e vogliamo giocarcela. Higuain e Mandzukic? Ci penserà Pisacane. E con lui, la squadra».

LA SQUADRA – «Non vediamo l’ora di debuttare nel Sardegna Arena – prosegue il brasiliano – in casa con l’aiuto della tifoseria dobbiamo blindare la salvezza». E sui compagni squadra: «Con Borriello, Sau e Farias andiamo quasi a memoria: 55 gol in A nessuno li segna per caso. Bruno Alves, Isla e Murru? Grandi giocatori. Ma Andreolli, Romagna, Cossu, che è di casa, e Cigarini si sono già integrati e hanno emozioni ed esperienze giuste».

Articolo precedente
rastelli cagliariCagliari di nuovo in campo: nel mirino c’è la Juventus
Prossimo articolo
padoin cagliari atalanta-cagliariCagliari, doppia seduta di Ferragosto