Cile, Isla dà la carica: «Proviamo a fermare il Portogallo»

© foto www.imagephotoagency.it

El Huaso Isla ha raccontato i segreti della Roja ai microfoni di Fifa.com nel giorno di Portogallo-Cile

Appuntamento con la storia per il Cile. Questa sera la Roja contenderà al Portogallo uno dei due pass disponibili per la finale di Confederations Cup. Il cagliaritano Mauricio Isla avrà l’arduo compito di marcare Cristiano Ronaldo. Intervistato da Fifa.com, il laterale classe ’88 ha parlato del duello con l’asso lusitano: «Non penso che Cristiano si stia preparando in modo particolare ad affrontare me. Immagino abbia studiato il Cile come collettivo, così come noi abbiamo fatto col Portogallo. Hanno altri grandi campioni come Quaresma, Nani e André Gomes. A Cagliari ho avuto la possibilità di giocare insieme a Bruno Alves, lo ritengo un difensore formidabile». Contro il Portogallo il Cile proverà ad attaccare, parola di Isla. «Il miglior modo per difendere contro una grande punta – assicura el Huaso –  è attaccare. Se il terzino non mette pressione all’attaccante, rischia di farsi trovare impreparato. Proverò a spingere tanto sulla fascia destra, Beausejour farà altrettanto a sinistra». Nonostante le due Coppe America recentemente conquistate, la Generatión Dorada non ha intenzione di fermarsi. «Nervosismo? C’è sempre, sia nelle amichevoli che nelle partite che contano. Scenderemo in campo con lo stesso atteggiamento di sempre, quello che in passato ci ha permesso di vincere contro grandi squadre come Argentina e Brasile. Stiamo attraversando un periodo fantastico: abbiamo raggiunto grandi traguardi, ora vogliamo continuare a regalare emozioni ai nostri tifosi».

Articolo precedente
italiaEuro Under 21, troppa Spagna per l’Italia. Azzurrini a casa
Prossimo articolo
Sardegna Arena, procede il montaggio dei Distinti (FOTO)