Is Arenas, le accuse di Contini al presidente Cellino: “Dovunque sia andato…”

© foto www.imagephotoagency.it

“Stiamo attenti, in tutti i comuni dov’è andato a fare gli stadi sono sorte delle grane”, sono le parole riportate dalla Gazzetta dello sport riferite alla persona del presidente rossoblù Massimo Cellino, arrestato nell’ambito dell’inchiesta sulla costruzione dello stadio Is Arenas. A pronunciarle sarebbe stato il primo cittadino di Quartu Sant’Elena Mauro Contini (anch’egli in manette e rinchiuso come il presidente nel carcere di Buoncammino) nel suo interrogatorio avvenuto ieri ad opera del pm Lussu e dal Gip Casula. Ma come già abbiamo riportato, gran parte delle responsabilità sono state però scaricate sia dal sindaco, sia dal presidente Cellino, sul dirigente comunale Pierpaolo Gessa (ora agli arresti domiciliari): “Era un accentratore. Faccio il sindaco, la mia attività è solo politica. Il resto spetta ai tecnici. Stadio? Io non ho mai visto la bozza di concessione, non sapevo cosa fosse la main stand, voleva sempre firmare Gessa, non sapevo che Masala fosse il direttore nel cantiere Pia (Piano integrato d’area, ndr). Gessa aveva totalmente in mano l’operazione” – le parole di Contini.

Articolo precedente
Centro Coordinamento Cagliari Club ringrazia i tifosi
Prossimo articolo
Giovanissimi Professionisti, rinviato il match di Renate