Connettiti con noi

Hanno Detto

Godin: «La nostra idea era di lottare per l’Europa League. Simeone è molto bravo»

Emanuele Olla

Pubblicato

su

Il centrale difensivo del Cagliari Diego Godin ha rilasciato un’intervista ai microfoni di AS in cui parla della sua esperienza in rossoblù

Il difensore del Cagliari Diego Godin ha parlato ai microfoni della testata spagnola AS rilasciando alcune dichiarazioni sulla sua esperienza in rossoblù, ecco le parole del Faraone.

LOTTA SALVEZZA – «Quando ho iniziato a Cerro, in Uruguay, ho vissuto situazioni simili, ero più giovane, la mia ingenuità era diversa. Dopo tanti anni in Europa a combattere i titoli, è più difficile perché sono venuto a Cagliari per provare a dare una mano, l’idea era di aiutare il Cagliari a lottare per le posizioni di Europa League, per fare un passo avanti, che era quello che voleva il presidente. . E siamo entrati in questa situazione che genera un po ‘di angoscia, un po’ di nervosismo e per me, che sono uno dei veterani della squadra, genera molta responsabilità. La responsabilità è assunta e io la convivo. Fino alla fine saranno definitive e saranno momenti di tensione fino alla fine del campionato»

SIMEONE – «Gio è un ragazzo fantastico, bravissimo, un pezzo di pane. Ha un ottimo atteggiamento, si allena bene, è sempre positivo, cerca sempre di migliorare, parla con gli allenatori per vedere cosa può migliorare, per scoprire dove ha sbagliato. E ha una forza fisica che è ciò che gli dà quel plus vicino all’area, è un ottimo finisher. Mi ha detto che nel campionato italiano è più difficile per lui perché deve giocare molte volte sulla schiena, le difese sono molto strette, sono squadre molto tattiche e lui con gli spazi, raggiunge l’area da definire o corre nello spazio, si sente più a suo agio. Ha le condizioni, ovviamente, per poter provare in un altro campionato come quello spagnolo, nel campionato inglese … vedo le condizioni per lui e ha anche tanta volontà. Continuerai a crescere e fare carriera»

 

Advertisement