Il Cagliari si conferma il miglior attacco della B, ma che fatica…

© foto www.imagephotoagency.it

Il rigore segnato da Farias contro l’Entella è il 47esimo gol del Cagliari in campionato. I rossoblù si confermano così il miglior attacco della Serie B, con 5 reti segnate in più del Crotone e 7 rispetto al Pescara.

 

Unica pecca è che nel 2016, quando è iniziato il girone di ritorno, il Cagliari ha segnato solo 5 gol in 4 partite, faticando e non poco a costruire vere occasioni in attacco. Lasciando da parte la gara di Crotone, dove i rossoblù hanno dovuto giocare tutto il secondo tempo in inferiorità numerica, contro Ternana, Avellino e Entella, la squadra di Rastelli si è ritrovata a dover sfruttare cinicamente le poche occasioni concesse dagli avversari che senza troppi problemi si sono chiusi in difesa.

 

Si è passati dai 42 gol del girone d’andata, con la media perfetta di 2 a partite, ai soli 1,25 del ritorno. Soprattutto al Sant’Elia, il Cagliari nelle ultime due partite ha faticato a sbloccarla, facendo affidamento sulla giocata di Di Gennaro e sul penalty trasformato da Farias ieri. Nel girone di ritorno i rossoblù hanno segnato solo un gol a partita, mentre nelle undici gare del 2015 la media era arrivata a 2,6.

 

Le buone notizie arrivano dalla difesa. La retroguardia di Rastelli è la terza meno battuta del campionato, con 22 gol incassati. Hanno fatto meglio solo Novara (20) e Crotone (21). Le reti subite nel 2016 dal Cagliari sono 4 in 4 partite, mentre all’andata Storari era stato battuto 18 volte in 21 gare. Ma al Sant’Elia gli avversari non segnano più da 323’. L’ultimo a farlo è stato Alessandro Rosina lo scorso 19 dicembre in Cagliari-Bari.

 

La difesa sembra così migliorare, ma per tenere il ritmo attuale di oltre 2 punti a partita, l’attacco deve tornare atomico. Nel girone di ritorno, il reparto offensivo ha potuto contare solo sui due gol di Farias (uno su rigore) e la rete di Cerri ad Avellino. All’appello mancano ancora Giannetti (a secco dal 24 dicembre a Salerno), Melchiorri e soprattutto Sau, entrambi senza segnare proprio dalla partita contro il Bari. Sabato contro il Latina, una delle difese casalinghe più battute della B, può essere l’occasione giusta per sbloccarsi.