Il Cagliari si conferma il miglior attacco della B, ma che fatica…

© foto www.imagephotoagency.it

Il rigore segnato da Farias contro l’Entella è il 47esimo gol del Cagliari in campionato. I rossoblù si confermano così il miglior attacco della Serie B, con 5 reti segnate in più del Crotone e 7 rispetto al Pescara.

 

Unica pecca è che nel 2016, quando è iniziato il girone di ritorno, il Cagliari ha segnato solo 5 gol in 4 partite, faticando e non poco a costruire vere occasioni in attacco. Lasciando da parte la gara di Crotone, dove i rossoblù hanno dovuto giocare tutto il secondo tempo in inferiorità numerica, contro Ternana, Avellino e Entella, la squadra di Rastelli si è ritrovata a dover sfruttare cinicamente le poche occasioni concesse dagli avversari che senza troppi problemi si sono chiusi in difesa.

 

Si è passati dai 42 gol del girone d’andata, con la media perfetta di 2 a partite, ai soli 1,25 del ritorno. Soprattutto al Sant’Elia, il Cagliari nelle ultime due partite ha faticato a sbloccarla, facendo affidamento sulla giocata di Di Gennaro e sul penalty trasformato da Farias ieri. Nel girone di ritorno i rossoblù hanno segnato solo un gol a partita, mentre nelle undici gare del 2015 la media era arrivata a 2,6.

 

Le buone notizie arrivano dalla difesa. La retroguardia di Rastelli è la terza meno battuta del campionato, con 22 gol incassati. Hanno fatto meglio solo Novara (20) e Crotone (21). Le reti subite nel 2016 dal Cagliari sono 4 in 4 partite, mentre all’andata Storari era stato battuto 18 volte in 21 gare. Ma al Sant’Elia gli avversari non segnano più da 323’. L’ultimo a farlo è stato Alessandro Rosina lo scorso 19 dicembre in Cagliari-Bari.

 

La difesa sembra così migliorare, ma per tenere il ritmo attuale di oltre 2 punti a partita, l’attacco deve tornare atomico. Nel girone di ritorno, il reparto offensivo ha potuto contare solo sui due gol di Farias (uno su rigore) e la rete di Cerri ad Avellino. All’appello mancano ancora Giannetti (a secco dal 24 dicembre a Salerno), Melchiorri e soprattutto Sau, entrambi senza segnare proprio dalla partita contro il Bari. Sabato contro il Latina, una delle difese casalinghe più battute della B, può essere l’occasione giusta per sbloccarsi.

Articolo precedente
Cagliari, si conferma la regola: senza Di Gennaro si vince sempre
Prossimo articolo
Fossati, squalifica in arrivo: salterà Latina-Cagliari