Connettiti con noi

Ex Rossoblù

Ibba: «Andamento Cagliari? Non sempre è questione di preparazione»

Pubblicato

su

Gianfranco Ibba, ex responsabile della preparazioni fisica del Cagliari, ha rilasciato alcune dichiarazioni sull’andamento della squadra

Gianfranco Ibba, ex responsabile della preparazioni fisica del Cagliari, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai taccuini de L’Unione Sarda i merito all’andamento della squadra.

«Se una squadra rallenta, o sembra andare più piano di un’altra, la colpa non è sempre di un lavoro sbagliato durante il ritiro. Venerdì il Venezia sembrava andare più forte? A un occhio meno attento sì, nella seconda parte il Cagliari sembrava rallentasse, con il passare dei minuti. Ma gli indicatori non dicono questo: identica o quasi la velocità media, quasi uguale la distanza chilometrica complessiva percorsa, la differenza è minima. Era palese che il Venezia ne avesse di più, ma la spiegazione può arrivare da altri fattori. Per esempio la tensione: quando cresce un’attività del sistema neuro-vegetativo, la “spesa” fra un atleta e l’altro può essere differente anche su uguali distanze. Per esempio, a seconda del suo stato d’animo, un calciatore spende circa 250 calorie per fare 200 metri, un altro può spenderne il doppio. Ma non è legato ai metri, bensì allo stress. Il Venezia ha inseguito, era meno stressata rispetto a chi aveva tutta la pressione e doveva “fare” la partita”. Anche il cambio della guida tecnica potrebbe aver influito sulle ultime prestazioni fisiche? Sì, la squadra è passata da una mano all’altra, probabilmente a un altro sistema di allenamento. Anche quello può essere un fattore, questi travasi di nuove nozioni possono generare delle fatiche ulteriori. Anche se aver chiamato in causa la precedente gestione tecnica non mi è sembrata una scelta azzeccata».