I fratelli Tramoni: chi sono i corsi del Cagliari

tramoni cagliari
© foto Foto dall'account ufficiale del Cagliari Calcio (@cagliaricalcio)

Arrivano insieme dall’Ajaccio i fratelli Tramoni: Mattéo e Lisandru, classe 2000 e 2003, sono gli ultimi acquisti del Cagliari

Da Ajaccio a Cagliari, sorvolando le Bocche di Bonifacio fino ad arrivare nel capoluogo sardo: è stato questo, più o meno, il viaggio dei fratelli Tramoni: Mattéo e Lisandru, infatti, sono gli ultimi due acquisti della sessione di mercato odierna (almeno fino ad ora). Potrebbero diventare il secondo e il terzo giocatore provenienti dalla Corsica a giocare in maglia rossoblù: prima di loro soltanto François Modesto, tra il ’99 e il 2004. Mattéo starà con la prima squadra, mentre Lisandru verrà aggregato alla Primavera. Entrambi hanno firmato un contratto che li legherà con la società sarda fino al 30 giugno 2023. Ma chi sono i giovani corsi arrivati alla corte di Eusebio Di Francesco? Partiamo dal più grande dei due.

MATTÉO – Il più “vecchio” dei due, è nato il 20 gennaio 2000. Esterno di centrocampo sinistro dal piede invertito, sa adattarsi anche a destra e in posizione più avanzata. Giocatore brevilineo, che sfrutta specialmente la sua velocità e tecnica. Cresciuto calcisticamente nella squadra della sua città, Ajaccio, dove ha iniziato nel 2007 la trafila delle giovanili, durata 10 anni. Da lì in avanti il giovane inizia a trovare spazio nella prima squadra corsa: per lui, in tre anni saranno 61 le presenze, condite da 5 gol. In particolare alla prima stagione con la prima squadra, contribuisce al terzo posto in Ligue 2, la serie B francese, della sua squadra. Sfortunatamente ai playoff Tramoni e i suoi non riescono a eliminare il Tolosa e tornano nella seconda serie. Ha anche esordito con la maglia della Nazionale francese: per lui 5 presenze in Under 18 e una in Under 19. Inoltre è stato selezionato due volte per la rappresentativa corsa.

LISANDRU – Nato sempre ad Ajaccio il 18 aprile 2003, è un giocatore molto simile al fratello maggiore. Mancino naturale, al contrario di Mattéo predilige giocare sulla destra, ma all’occorrenza può ricoprire il ruolo di trequartista. Anche Lisandru non ha una fisicità prorompente, ma il baricentro basso lo aiuta nello scatto, nel dribbling e nello spostamento palla. Il suo gioco è fatto di grande padronanza del pallone, cambi di passo fulminei e giocate estrose. Oltre a saper trovare bene la giocata in profondità e essere in grado di creare superiorità numerica con l’uno contro uno, Lisandru dispone anche di un discreto tiro dalla distanza, che sfrutta al meglio accentrandosi dalla destra. La giovane età non gli ha ancora permesso di esordire tra i professionisti; in compenso ha brillato nelle formazioni giovanili dell’Ajaccio, dove solo nell’ultima stagione, in 20 presenze ha segnato 9 volte e servendo 11 assist con l’Under 17, tanto da essere aggregato in pianta stabile all’Under 19 per l’ultima parte di stagione, nonostante fortemente sotto età. I selezionatori delle formazioni giovanili della Francia non se lo sono lasciato scappare, facendolo diventare un punto fermo dei giovani “Bleus“.

SIAMO ANCHE SU INSTAGRAM: SEGUICI!