Connettiti con noi

Hanno Detto

Gravina: «Razzismo negli stadi? Daspo a vita per i soggetti individuati»

Pubblicato

su

Gabriele Gravina, presidente della FIGC, ha parlato ospite della trasmissione Tiki Taka. Ecco le sue dichiarazioni

Gabriele Garavina, presidente della FIGC, è stato ospite della trasmissione Tiki Taka. Ecco le sue dichiarazioni.

RAZZISMO IN ITALIA – «Sono immagini eloquenti, il commento è semplice. Hanno ragione tutti coloro che ritengono che in questo momento i soggetti che vengono individuati, e si possono individuare come dimostrano i casi di Firenze, Roma e Torino, devono stare fuori dagli stadi in maniera definitiva, con un DASPO a vita. E questo si può fare, noi l’abbiamo attivato come meccanismo cercando di spostare quella che era una responsabilità oggettiva, in capo al gruppo, per penalizzare la maggior parte dello stadio, a una responsabilità individuale. E abbiamo inserito una norma che sta dando i risultati importanti, quella delle sementi e delle attenuanti che sta dando risultati importanti. Attraverso questa norma la società si può sgravare collaborando, si può fare. Abbiamo la tecnologia a disposizione come hanno dimostrato alcune società nelle ultime settimane. Basta prendere i singoli soggetti, espellerli dagli stadi e non farli più rientrare».