Gravina: «Playoff o no, finiremo il campionato entro il 30 giugno»

gravina figc
© foto www.imagephotoagency.it

Il presidente della FIGC Gabriele Gravina, spiega come ed entro quanto si potrà concludere il campionato di Serie A

In attesa di capire quando tutto tornerà alla normalità, la FIGC continua a studiare quando e come eventualmente concludere i campionati. L’obiettivo, come spiegato anche in una nota ufficiale della Lega Serie A, è quello di portarli al termine. Tutto passa però dal rinvio degli Europei, come ha spiegato Gravina nell’intervista al Corriere dello Sport: «Lo decideremo martedì. Nessuno può più pensare che sia un problema italiano. Non ci sono alternative. L’Europeo fa fa tappo allo slittamento quasi certo di moti campionati».

DEADLINE – Terminare il campionato dunque, ma entro quando? «Abbiamo una deadline. È il 30 giugno. Scadono contratti, assicurazioni, licenze. Finisce l’anno calcistico – spiega Gravina Quanti giorni servono per chiudere il campionato? Dai 45 ai 60. In due mesi portiamo tutto a termine con certezza. Se pure iniziamo a maggio, si può fare».

PLAYOFF E PLAYOUT – Nel caso non ci fosse abbastanza tempo per terminare il campionato, la Lega Serie A ha ipotizzato playoff e playout: «Tutti pensano che l’unico problema sia quello di assegnare lo scudetto. Ma noi dobbiamo stabilire chi va in Champions League e in Europa League, chi retrocede in B, chi sale in A, chi retrocede in C e chi sale in B – dice Gravina al Corriere dello Sport Penso che congelare la classifica sia un errore da evitare. Il valore della competizione va salvaguardato. Portiamo avanti il campionato e finiamolo, se possibile. Altrimenti? Playoff e playout».