Connettiti con noi

Avversari

Gasperini: «Partita difficile, Muriel decisivo»

Pubblicato

su

Le parole del tecnico dell’Atalanta Gian Piero Gasperini alla fine della match con il Cagliari: i commenti a caldo dell’allenatore bergamasco

L’Atalanta espugna la Sardegna Arena con una rete al novantesimo minuto di Luis Muriel. I bergamaschi conquistano dunque il bottino pieno nell’Isola grazie ad una prodezza personale dell’attaccante colombiano; a fine partita il tecnico della Dea Gian Piero Gasperini ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Sky Sport riguardo al match appena terminato: ecco le parole dell’allenatore nerazzurro.

EPISODIO DECISIVO – «Se non ci fosse stata l’azione personale di Luis sarebbe stato molto difficile: queste partite bloccate si aprono grazie a degli episodi, come nel caso del rigore negato al Cagliari. Era una partita molto complicata, il Cagliari è una squadra forte fisicamente e difficile da superare. Al secondo tempo abbiamo giocato meglio e preso campo con buona qualità».

MURIEL – Nonostante il poco spazio dall’inizio Muriel continua a non deludere il suo allenatore. La sua rete decide il match, e nel post-partita il colombiano ha lanciato un messaggio al tecnico, con i giornalisti che hanno evidenziato la possibilità di vincere il premio di capocannoniere da subentrato: «Magari! Poi sinceramente non sono d’accordo sul fatto che non giochi, perché se andate a vedere è l’unico che c’è in ogni partita. A inizio stagione mi sono scusato con lui perché non gli davo abbastanza spazio in alcune partite».

ROMERO – «Stiamo parlando di un giocatore con dei mezzi importanti e che non si discute. Poi è giovane e, quindi capace di migliorare tanto anche caratterialmente. Su di lui bisogna lavorare soprattutto sul temperamento: oggi alla fine del primo tempo ha preso un’ammonizione assurda che lo poteva condizionare per tutto il match. L’altra cosa è che oggi non ha giocato da centrale, dove ha sempre fatto bene, ma sul centro-destra: lì ha ancora margini, ma credo che possa fare benissimo per le sue grandi qualità».

CHAMPIONS – «Non siamo i favoriti per vincere la Coppa, però dobbiamo essere bravi ad imparare tutto quello che possiamo da confronti come questo. Poi ovviamente cercheremo di fare una prestazione di grande livello contro il Real, ma ancora abbiamo la testa sul campionato».

CLICCA QUI PER CONTENUTI VIDEO ESCLUSIVI SUL CAGLIARI!

Advertisement