Connettiti con noi

Hanno Detto

Firicano: «In B serve continuità di risultati. Il Cagliari dovrà farsi trovare pronto»

Pubblicato

su

L’ex giocatore della formazione sarda ha parlato a lungo della sfida tra le sue due ex società, domani alle ore 14

Aldo Firicano, ex difensore e capitano del Cagliari, ha rilasciato una lunga intervista per l’edizione odierna de L’Unione Sarda. In rossoblù per sette anni, dal 1989 al 1996, ha poi allenato il Sudtirol nel biennio 2006-2008. Queste le sue parole:

CALMA – «Consiglierei al Cagliari di giocare con più tranquillità, guardando la classifica più avanti».

SUDTIROL – «La solidità è la sua caratteristica migliore, ha scalato le varie categorie con una struttura e ora è in B con merito. L’ambiente è sano e tranquillo, senza grandi pressioni e con un allenatore bravo come Bisoli. È una squadra pericolosa, i risultati lo dimostrano. La mia esperienza lì è stata bellissima, sono onorato di averlo allenato: rappresenta un territorio e una regione, penso di aver contribuito nel mio piccolo a far crescere una società all’epoca giovane e ora importante grazie al lavoro negli anni».

CONTINUITA’ – «In B serve continuità di risultati. Il rendimento ora è altalenante, ma da Natale in poi inizia la fase chiave: lì il Cagliari dovrà farsi trovare pronto. Se Lapadula inizia a segnare con frequenza tutti avranno vantaggi: in B, se fai gol e difendi in un certo modo, hai risultati. Vedi il Südtirol, che ha giocato attento e concentrato sfruttando gli episodi. Per me con Lapadula il Cagliari può trovare quel qualcosa in più».

LIVERANI «Normale, le aspettative sul Cagliari sono alte: deve stare in A, ma vincere la B non è facile. Lui vive la squadra ogni giorno e sa le reali condizioni dei giocatori, in generale dico che con questa rosa serve aver pazienza e aspettare che il Cagliari decolli del tutto per un girone di ritorno di livello. Userei queste partite per limare gli errori e iniziare una cavalcata per il vertice».

ATTACCANTI – «Lapadula e Pavoletti sono due signori giocatori, poi Luvumbo è molto veloce e rapido, imprevedibile. Si potrebbe variare con due punte centrali, a seconda della partita».

CONSIGLI – «Per me potrebbe provare a deresponsabilizzarsi. La nostra squadra era nata un po’ per caso, vincendo la C1 con giocatori esperti come Bernardini, Giovannelli, De Paola e Valentini più tanti giovani. Non avevamo i favori del pronostico, riuscimmo a giocare con tranquillità».

BISOLI – «Persona squisita con grandi qualità, l’uomo giusto in un ambiente come Bolzano. Poi conosce bene dinamiche e aspettative del Cagliari: sulla preparazione della gara non gli sfuggerà niente, poi in campo tutto può cambiare».

Advertisement

News

Video

Cagliari News 24 – Registro Stampa Tribunale di Torino n. 50 del 07/09/2021 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 – PI 11028660014 Editore e proprietario: Sportreview s.r.l. Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a Cagliari Calcio S.p.A. Il marchio Cagliari Calcio è di esclusiva proprietà di Cagliari Calcio S.p.A.