Esordio da dimenticare per Cragno, sempre meglio Barella

© foto www.imagephotoagency.it

Non è iniziata nei migliore dei modi la nuova avventura con la maglia della Virtus Lanciano per Alessio Cragno. Il giovane portiere di proprietà del Cagliari, chiuso in Sardegna da Storari, è andato in Abruzzo per trovare continuità. D’Aversa (esonerato dopo la partita) l’ha lanciato subito titolare contro il Trapani (0-3), ma l’estremo difensore classe 1994 è tornato a casa con tre gol sul groppone. Incolpevole sui primi due, forse avrebbe potuto fare meglio sul terzo. Ma Cragno avrà occasione di rifarsi già dalla prossima giornata contro il Vicenza.

 

L’obiettivo del Lanciano resta la salvezza, così come quello del Como di Nicolò Barella, ormai titolare inamovibile della formazione lariana. Tre partite, tutte dal primo minuto, senza mai uscire dal campo. Nel 4-3-1-2 di Gianluca Festa occupa il ruolo di mezzala sinistra, abile a smarcarsi, ad impostare, saltare l’uomo e recuperare i palloni. La crescita del giovane centrocampista rossoblù, ceduto in prestito per gli stessi motivi di Cragno, è visibile partita per partita, compresa l’ultima contro il Vicenza, terminata 1-1. Per il Como è il quinto risultato utile consecutivo e la salvezza non sembra più così lontana.

Articolo precedente
Alberto Cerri, l’ariete sblocca-partite
Prossimo articolo
Accadde oggi, 31 gennaio: due vittorie sulla Juventus (VIDEO)