Scarcerazione di Cellino negata per possibile inquinamento prove

© foto www.imagephotoagency.it

Comincia a farsi più chiara la vicenda relativa alla richiesta – negata – di scarcerazione del presidente rossoblu Massimo Cellino presentata dai suoi legali Benedetto Ballero e Giovanni Cocco al Gip di Cagliari Giampaolo Casula. Secondo quanto riportato da “L’Unione Sarda” persistono esigenze cautelari legate all’inquinamento delle prove. La Procura, infatti, non ha ancora finito di acquisire gli atti. Stessa cosa per il sindaco di Quartu Sant’Elena Mauro Contini. Luigi Concas e Guido Manca Bitti, avvocati difensori del primo cittadino, hanno già fatto ricorso al tribunale del riesame contro il provvedimento del Gip. Situazione analoga per Stefano Liliu, la cui istanza di scarcerazione era stata rigettata nella giornata di ieri. Per l’assessore ai lavori pubblici l’udienza è in programma giovedì 28 febbraio.

Articolo precedente
Reggiana, l’ex Magliocchetti: “Peccato fermarsi dopo la vittoria con l’Entella”
Prossimo articolo
Ferrante: “Triste vedere gli spalti senza tifosi”